Martedì 22 Ottobre 2019
La Regione ha firmato il decreto. L’intervento avrà un costo totale di 222mila euro


S. Teresa di Riva. In arrivo 170mila euro per il fotovoltaico alla “Petri”

di Andrea Rifatto | 13/11/2014 | ATTUALITÀ

1426 Lettori unici

La scuola media "L. Petri" di via Fratelli Lo Schiavo

A quattro anni dalla presentazione del progetto, l’assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica utilità ha concesso al Comune di S. Teresa di Riva un contributo di poco meno di 170mila euro per la realizzazione di un intervento per la produzione di energia elettrica (fotovoltaico) da fonti rinnovabili nella scuola media “L. Petri” di via Fratelli Lo Schiavo. Il decreto è stato firmato dal dirigente generale del Dipartimento dell’Energia, Pietro Lo Monaco, e registrato alla Corte dei conti il 31 ottobre scorso: le risorse provengono dai fondi del Po-Fesr 2007/2013 Asse 2 - Obiettivo operativo 2.1, ex Linea di intervento 2.1.1.2 “Uso efficiente delle risorse naturali”.
Le graduatorie definitive delle istanze ammissibili erano state pubblicate il 9 agosto 2013: successivamente il Dipartimento dell’Energia aveva invitato i Comuni a far pervenire entro 120 giorni gli elaborati esecutivi degli interventi. Il primo atto che stanziava le somme a favore del comune jonico era stato siglato il 4 giugno di quest’anno, ma revocato il 5 agosto in quanto la Corte dei conti aveva sollevato alcune osservazioni che il Comune ha riscontrato trasmettendo la documentazione integrativa richiesta. A seguire l’iter per conto della Regione è stato un Organismo intermedio, composto da raggruppamento temporaneo di imprese con mandataria Banca Nuova Spa, che si è occupato dei servizi relativi agli adempimenti tecnici e amministrativi per l’istruttoria delle domande e l’erogazione dei contributi. L’Organismo ha gestito le somme e disposto il finanziamento degli interventi ammissibili, sulla scorta delle schede di valutazione. La scheda del progetto esecutivo relativa all’intervento del Comune di S. Teresa di Riva è stata trasmessa alla Regione il 16 settembre scorso, con una valutazione positiva “in termini di completezza e correttezza della documentazione, conformità a legge e regolarità dei costi esposti nel Piano economico”.
Il cronoprogramma dell’intervento contiene tempi di realizzazione compatibili con i vincoli di gestione e rendicontazione della spesa del Po Fesr 2007/2013. Il quadro economico dei lavori prevede un contributo regionale di 169.927,47 euro, mentre la quota a carico dell’Amministrazione comunale, pari nella prima fase a 46.789,11 euro, è lievitata di ulteriori 5.283,42 euro in seguito alla differenza tra le spese in fase istruttoria, pari a 222mila euro, e l’importo rideterminato successivamente all’esame del progetto esecutivo (216.716,58 euro). L’importo dei lavori a base d’asta è di 162.682,41, mentre 26.955,08 la quota a copertura delle competenze tecniche e 32.362,51 l’importo per Iva e altri oneri. Un iter tortuoso che è giunto al termine positivamente e che permetterà all'edificio scolastico santateresino di produrre parte dell'energia elettrica di cui ha bisogno, in una stratregia, avviata dalla precedente amministrazione comunale, volta a rendere autonomi energeticamente gli edifici pubblici. Spetterà adesso al Comune definire le procedure finalizzate all’affidamento dei lavori: il certificato di collaudo finale dovrà essere emesso entro il 31 agosto 2015, pena la revoca del finanziamento.

Più informazioni: fotovoltaico media petri  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.