Sabato 24 Agosto 2019
Divergenze tra Pino Chillemi e il Consiglio direttivo. Già deciso il suo successore


Sant'Alessio, contrasti interni alla Pro Loco: si dimette il presidente

di Andrea Rifatto | 18/06/2018 | ATTUALITÀ

1241 Lettori unici

L'ormai ex presidente Pino Chillemi

Non è rimasto in carica neanche un anno come aveva annunciato, per poi lasciare largo ai giovani, il presidente della Pro Loco di Sant’Alessio, Pino Chillemi. Nei giorni scorsi ha infatti presentato le dimissioni al Consiglio direttivo, lasciando anche la carica di componente dello stesso organo decisionale, che le ha accolte attivando le procedure per la nomina di un socio che lo sostituirà e per l’elezione del nuovo presidente. Chillemi, che il 25 novembre dello scorso anno riuscì a far rinascere la Pro Loco dopo anni di oblio, si è trovato in disaccordo con il Direttivo in particolare sull’organizzazione di uno spettacolo estivo di lirica con l’orchestra sinfonica russa “Tchaikovsky”, composta da 65 elementi, il Coro di Stato romeno e altre eccellenze della musica internazionale. Un evento dal costo di 10mila euro che il resto del Consiglio, formato da Nino D’Agata (vicepresidente), Maria Biondo (segretaria), Daniela Smiroldo (tesoriera), Salvatore Duro, Amanda Trimarchi e Luigina Vaccaro, ha ritenuto troppo oneroso per la Pro Loco, visto che il budget assegnato dal Comune per gli eventi estivi ammonta a  5mila euro. Chillemi aveva garantito che sarebbe riuscito a trovare il resto della somma ma non è stato assecondato dagli altri, che con lo stesso importo puntano a organizzare una serie di manifestazioni per l’estate. E così Chillemi ha preferito lasciare, “per evitare di sfaldare la Pro Loco – spiega – il mio intento era solo quello di dare a Sant’Alessio quello che mi ha regalato quando ero bambino, ossia cuore e amore, non mi interessano le poltrone”. A dividere le strade dell’ormai ex presidente con il resto del gruppo anche vedute diverse sul rilancio del paese nell’ambito della Val d’Agrò. Il suo successore sarà Salvatore Duro, già presidente nei decenni scorsi, che verrà eletto martedì. Un ritorno al passato, dunque, a differenza di quanto auspicava Chillemi, che aveva proposto come nuovo presidente Nino D’Agata, che però ha preferito rimanere vicepresidente anche perche impegnato con il lavoro. Il Consiglio direttivo ha comunque proposto a Pino Chillemi di ricoprire la carica di presidente onorario: soluzione che verrà accettata dal “rifondatore” della Pro Loco di Sant’Alessio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.