Lunedì 16 Settembre 2019
Firmato il decreto di finanziamento per le opere di manutenzione e restauro


Sant'Alessio, dopo due anni arrivano i fondi per la chiesa Madonna del Carmelo

di Andrea Rifatto | 22/12/2018 | ATTUALITÀ

349 Lettori unici

La chiesa Madonna del Carmelo

Dopo due anni di peripezie burocratiche è arrivata l’atteso decreto di finanziamento dei lavori di manutenzione straordinaria e restauro della chiesa della Madonna del Carmelo di Sant’Alessio Siculo. A firmare il provvedimento, che fa giungere 348mila euro 006 euro, è stato ieri il dirigente generale del Dipartimento delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, Fulvio Bellomo. L’intervento era stato inserito a fine 2016 nella graduatoria dei progetti ammessi dalla Regione nell’ambito degli interventi di riqualificazione urbana degli edifici di culto e/o di formazione religiosa. Un’importante opportunità concessa per ridare lustro a centri storici, monumenti caratteristici, luoghi di culto e strutture pubbliche grazie a un bando pubblicato nell’aprile 2015, a cui la Parrocchia di S. Alessio, guidata da padre Luciano Zampetti, ha partecipato indicando come bene da restaurare la seicentesca chiesa della Madonna del Carmelo, ubicata nell’omonimo quartiere nella parte sud del paese, sotto il Capo. Il Comune si è occupato della parte burocratica e a maggio ha approvato per l’ultima volta il progetto esecutivo in Giunta. “Dopo diversi viaggi a Palermo per dirimere questioni inerenti modifiche al quadro economico, l’ultima addirittura per una differenza di 50 centesimi – commenta il vicesindaco Franco Santoro – finalmente è stato raggiunto l’obiettivo”. Il progetto è stato redatto dall’architetto Giancarlo Di Bella e dall’ingegnere Giuseppe Miuccio, incaricati dalla Parrocchia che si è assunta gli oneri di pagare le relative parcelle, e prevede una spesa di 242mila 268 euro per lavori e 105mila 337 per somme a disposizione. L’elaborato esecutivo è stato approvato e validato dal responsabile unico del procedimento, il geometra Giuseppe Moschella dell’Ufficio tecnico comunale. Adesso il Comune avrà 180 giorni di tempo per l'espletamento della gara di appalto e la consegna dei lavori all'impresa aggiudicataria, pena la revoca del finanziamento.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.