Lunedì 18 Febbraio 2019
Ok dalla Regione all’utilizzo delle somme del ribasso d’asta. Partiti i lavori a Gibbiazza


Sant'Alessio, sulla spiaggia arriverà altra sabbia per potenziare il ripascimento

di Andrea Rifatto | 29/04/2018 | ATTUALITÀ

1096 Lettori unici

La spiagga che sta rinascendo

Arriverà ancora altra sabbia sulla spiaggia di Sant’Alessio Siculo. Quando i lavori di ripascimento con il materiale prelevato nel torrente Agrò sono giunti ben oltre il 50%, è infatti arrivato il via libera dal Commissario straordinario per la mitigazione del rischio idrogeologico al riversamento di altri 41mila metri cubi di sabbia oltre i 120mila già in progetto, per un totale di 161mila metri cubi che finiranno sulla costa di Sant’Alessio per ricostruire l’arenile, già in buona parte riapparso nelle ultime settimane con l’avanzare dei lavori. A darne notizia è stato il sindaco Giovanni Foti. “La Regione ha autorizzato l’utilizzo delle somme relative al ribasso d’asta – ha spiegato – e adesso si attiveranno le procedure per affidare questa parte suppletiva di lavori. La ditta si è impegnata a mettere a disposizione un numero maggiore di camion per accelerare i tempi e provare a portare a termine il ripascimento entro il 31 maggio”. La conclusione dei lavori, appaltati alla Infratech Scarl Consorzio stabile di Sant’Agata di Militello, con un ribasso del 55,515% sull’importo a base d’asta di 1,061 milioni, per un totale dei lavori di 477mila 255 euro, era prevista per il 25 giugno ma si conta adesso di finire in anticipo. Attualmente l’impresa esecutrice, la Bruno Teodoro Spa di Capo d’Orlando, sta operando nella zona sotto il Capo S. Alessio e a nord del paese e grazie alla mole di materiale riversato il waterfront ha decisamente cambiato aspetto. La sabbia, stesa dalle pale meccaniche per una larghezza di circa 15 metri, viene lavata e livellata naturalmente dall’azione del mare.

In questi giorni sono anche entrati nel vivo i lavori in piazza Gibbiazza, nella zona sud del lungomare, dove sarà ricostruito il muro distrutto da una mareggiata nel 2009. La ditta esecutrice, la Sant’Alessio Opere Marittime Srl di San Filippo del Mela, dopo i saggi e i carotaggi ha sta procedendo con gli scavi. Nell’ambito dello stesso cantiere, l’1 giugno arriverà a Sant’Alessio il pontone per il completamento degli ultimi 120 metri di barriera soffolta con la possa dei blocchi in mare, dove i lavori sono fermi da fine 2014. Opere, quest’ultime, che dovrebbero essere ultimate entro il 3 luglio. L’Amministrazione punta a ridurre al minimo i disagi per vacanzieri e turisti e si spera che camion, ruspe e operai possano lasciare il lungomare prima che la stagione balneare entri nel vivo.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.