Venerdì 24 Maggio 2019
Il giudice del lavoro riconosce il risarcimento. L'Amministrazione fa appello


Sant'Alessio, tre impiegati vincono la causa contro il Comune

di Andrea Rifatto | 19/04/2019 | ATTUALITÀ

772 Lettori unici

Il municipio di Sant'Alessio

Tre dipendenti del Comune di Sant’Alessio, Giuseppe Domenico Moschella, Domenico Antonino Santoro e Carmela Costantino, hanno vinto il ricorso al Tribunale del Lavoro presentato nel 2016 contro l’Ente, nella qualità di datore di lavoro, per chiedere la conversione dei contratti a termine in rapporto di lavoro a tempo indeterminato per violazione del D. Lgs 368/2001, la ricostituzione della carriere ai fini economici e giuridici, l’anzianità di servizio e il risarcimento dei danni per il periodo di precariato subito e ogni altro diritto previsto dalla legge, oltre al pagamento delle spese e dei compensi derivanti dal giudizio. Il 15 marzo il giudice ha dato loro ragione sotto il profilo del risarcimento del danno, riconoscendo a ciascuno dei tre impiegati, difesi dall’avvocato Antonella Russo di Messina, un indennizzo pari a dieci mensilità dell’ultima retribuzione globale oltre interessi, più le spese di lite a carico del Comune. La Giunta (assente alla seduta il vicesindaco Franco Santoro) dopo aver ricevuto la sentenza dal proprio difensore, l’avvocato Santina Intersimone di S. Teresa, ha ritenuto di proporre appello per salvaguardare gli interessi dell’Ente e ha rinnovato l’incarico al legale stanziando 1.200 euro.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.