Sabato 25 Maggio 2019
Presentata agli studenti in una giornata di riflessione sulla parità di genere


Savoca adotta la Carta dei diritti della bambina: accolta la proposta della Fidapa

09/03/2019 | ATTUALITÀ

476 Lettori unici

La presentazione della Carta dei diritti

La Fidapa S. Teresa-Valle D’Agrò, in collaborazione con il Comune di Savoca, ha presentato ieri la Carta dei diritti della bambina. L’evento si è svolto presso nel scolastico di Rina, con la partecipazione delle alunne e degli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado e nel corso della mattinata è stato osservato un minuto di silenzio alla memoria di Alessandra Musarra, la giovane di Messina vittima di femminicidio. Un importante momento di confronto nella Giornata internazionale dedicata alla Donna che segue l’approvazione da parte del Consiglio comunale di Savoca della Carta dei diritti della Bambina proposta dalla Fidapa. Si tratta di un documento unico nel panorama della cultura di genere, redatto dalla BPW Europa a seguito della drammatica condizione femminile denunciata a Pechino nella Conferenza mondiale sulle donne del 1995. Ispirata alla Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo del 1989, a differenza e ad integrazione di questa, che pone sullo stesso piano i due generi, la Carta dei diritti della Bambina li distingue in termini di caratteristiche e bisogni, avuto riguardo alle diverse connotazioni fisiche ed emozionali. Molte Federazioni e Club della BPW sono attivi in questa materia, e sono stati in grado di ottenere l'adozione della presente Carta da parte delle istituzioni locali. In quest’ottica la Fidapa Santa Teresa-Valle D’Agrò sta promuovendo l’adozione della Carte dei Diritti della Bambina nei comuni della riviera jonica messinese. Molte amministrazioni, oltre Savoca, hanno già aderito e nelle prossime settimane si svolgerà un momento ufficiale di presentazione.  

La Carta è stata presentata ed illustrata agli studenti grazie all’impegno dell’assessore Maria Carmela Miuccio. Dopo i saluti del sindaco Nino Bartolotta, sono seguiti gli interventi della dirigente scolastica Enza Interdonato, della vicepresidente  della Fidapa Cettina Carnabuci e della giornalista Valeria Brancato, referente Fidapa del progetto Carta dei diritti della bambina. È seguito un momento di riflessione a cura delle bambine e dei bambini che attraverso poesie e disegni hanno espresso la loro idea sul tema della violenza sulle donne e del rispetto per il prossimo. Per tutti l’Amministrazione comunale ha predisposto una piccola pergamena con i 9 articoli che compongono la Carta dei diritti della bambina. Un gesto simbolico per fornire loro uno strumento in più di riflessione. Soddisfazione è stata espressa a conclusione della mattinata dal vicesindaco Giuseppe Trimarchi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.