Domenica 18 Agosto 2019
Il Comune aderisce a Tao Social Market, progetto avviato dall’associazione Penelope


Savoca aiuta i più deboli: le eccedenze alimentari alle famiglie disagiate

di Andrea Rifatto | 14/12/2015 | ATTUALITÀ

1128 Lettori unici

Saranno coinvolti 4 nuclei domiciliati nel comune

L’amministrazione comunale di Savoca ha deciso di ampliare le politiche sociali volte al contrasto della povertà estrema aderendo al progetto “Tao Social Market”, promosso dall’associazione “Penelope Coordinamento Solidarietà Sociale” e finanziato dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Servizio civile nazionale. L’iniziativa prevede il recupero e la distribuzione delle eccedenze alimentari, dei prodotti in scadenza o comunque non commercializzabili che verranno destinati ai nuclei familiari in situazione di povertà estrema residenti nei comuni delle sub-aree territoriali del Distretto socio-sanitario D32 di Taormina. Tao Social Market è stato avviato ad agosto e la Penelope, presieduta da Giuseppe Bucalo, ha chiesto ai comuni di aderire tramite la sottoscrizione di  un protocollo di intesa. La Giunta guidata dal sindaco Nino Bartolotta, su proposta dell’assessore ai Servizi sociali Maria Carmela Miuccio, ha ritenuto l’iniziativa coerente con le politiche già avviate dall’Ente in materia di contrasto al disagio e alla povertà e ha deciso di aderire sottoscrivendo l’accordo. Il progetto prevede che i nuclei familiari che saranno oggetto dell’intervento vengano selezionati dall’Ufficio dei Servizi sociali del Comune, che dovrà avere cura di determinare per ciascuna famiglia il fabbisogno settimanale di prodotti necessario: l’Ente potrà individuare fino ad un massimo di quattro nuclei in situazione di povertà estrema e il progetto avrà la durata di 15 mesi e non comporterà nessun onere per le casse comunali.

La Penelope, attraverso la società cooperativa Cuore Matto, si è impegnata a recuperare e distribuire ai nuclei familiari le eccedenze alimentari, i prodotti in scadenza o comunque non commercializzabili messi a disposizione dalle aziende del territorio, avviando poi presso le proprie sedi operative di Francavilla di Sicilia, Giardini Naxos e Cesarò dei punti di stoccaggio e distribuzione dei prodotti. L’associazione predisporrà un registro di carico e scarico di quanto donato, elaborando un’apposita nota di consegna dei prodotti forniti e ritirati direttamente dal nucleo familiare o da un delegato del Comune. Avrà cura, inoltre, di inviare all’Ufficio Servizi sociali una relazione di verifica trimestrale contenente i dati relativi ai prodotti distribuiti. Il Comune, invece, dovrà predisporre un bando per la selezione dei quattro nuclei familiari  beneficiari, italiani e stranieri , domiciliati nel territorio comunale, ritenuti in situazione di povertà estrema, privilegiando le famiglie numerose e/o multiproblematiche e definendo per ogni nucleo il fabbisogno alimentare settimanale di prodotti da assegnare. L’amministrazione comunale dovrà inoltre mettere a disposizione una sede da utilizzare come centro di distribuzione dei prodotti per gli aventi diritto e attivarsi alla fine della fase sperimentale del progetto per garantire la continuità del servizio attraverso l’inserimento dello stesso fra le priorità del Piano di zona distrettuale o facendosi carico dei costi con fondi comunali. La distribuzione dei prodotti potrà avvenire con ritiro diretto da parte degli interessati presso il centro di raccolta più vicino e nei locali messi a disposizione del Comune. Per ogni fornitura sarà necessario redigere una nota di consegna da parte del personale addetto, controfirmata dalle famiglie destinatarie. 

Più informazioni: tao social market  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.