Domenica 13 Ottobre 2019
Progetto avviato dal Comune in collaborazione con Ape e Comitato Jonico Beni Comuni


Savoca. Sconti in bolletta e meno rifiuti, parte “Chi composta raccoglie”

di Andrea Rifatto | 20/05/2015 | ATTUALITÀ

1345 Lettori unici

Riduzione dei rifiuti prodotti e agevolazioni economiche per i cittadini. Sono i principali vantaggi previsti dal progetto “Chi composta raccoglie”, proposto dal Comune di Savoca in collaborazione con l’associazione Ape-Aula permanente di Ecologia e il Comitato Jonico Beni Comuni, destinato ad incrementare tra gli abitanti del borgo medievale le buone pratiche in materia di recupero e riciclo dei rifiuti. L’obiettivo è quello di spingere i cittadini a scegliere la pratica del compostaggio, domestico o collettivo, per il trattamento degli scarti organici, così da ridurre la quantità di rifiuti destinata a finire in discarica. A tale scopo il Comune ha deciso di introdurre nel Regolamento dell’Imposta Unica Comunale (Iuc) una riduzione del 30% nella parte variabile della tariffa Tari (Tassa rifiuti) per le famiglie che praticano un sistema di compostaggio, a condizione che rispettino le procedure e i requisiti dettati dalle linee guida per l’attuazione del compostaggio approvate dal commissario straordinario Rossana Carrubba il 13 maggio. Oltre alle compostiere domestiche, gli utenti che aderiranno al progetto “Chi composta raccoglie”, per un massimo di 50 famiglie, potranno scegliere di utilizzare le compostiere collettive installate nell’Aula permanente di Ecologia nel Centro sportivo polifunzionale della frazione Rina. Gli scarti da avviare al compostaggio dovranno provenire esclusivamente da uso domestico: sono escluse le attività produttive, artigianali, commerciali e le aziende agricole: il compost ottenuto dovrà poi essere impiegato per orti e giardini.
I cittadini interessati ad avvalersi della riduzione Tari potranno inoltrare domanda al Comune di Savoca utilizzando gli appositi moduli: alla richiesta dovranno essere allegate fotografie comprovanti il luogo di ubicazione della compostiera domestica e dovrà essere indicata la destinazione del compost prodotto. La riduzione verrà applicata a partire dall’anno successivo a quello della presentazione dell’istanza e rimarrà valida fino al permanere delle condizioni che hanno originato la richiesta. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.