Sabato 21 Settembre 2019
Il Comune prova a reperire finanziamenti per l'adeguamento energetico del plesso


Savoca. Si punta a riqualificare la scuola media di Rina

di Gianluca Santisi | 03/07/2015 | ATTUALITÀ

1170 Lettori unici

Il plesso della scuola media di Rina

La nuova amministrazione comunale di Savoca si è messa subito al lavoro per cercare di intercettare finanziamenti. Il primo obiettivo è l’Avviso Comuni per la Sostenibilità e l’Efficienza Energetica (Cse 2015), attivato nell’ambito del Poi Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007- 2013. Si tratta del risultato di un lavoro di concertazione tra il ministero dello Sviluppo economico, quello dell’Ambiente, le Regioni italiane e un nutrito partenariato economico e sociale. La Giunta del sindaco Nino Bartolotta ha subito assegnato le risorse al responsabile dell’Area tecnica per il servizio di diagnosi energetica a supporto della partecipazione al bando Cse 2015, per la concessione di un contributo a fondo perduto per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico su strutture comunali. In particolare, si punta sulla scuola secondaria di primo grado, con annessa palestra sportiva, della frazione Rina Inferiore. Nel plesso è stata prevista la realizzazione degli impianti fotovoltaico, solare-termico, climatizzazione e la sostituzione delle lampade attualmente installate con nuovi dispostivi a led: interventi per un totale di 201mila euro oltre Iva. L’incarico per la redazione della diagnosi energetica è stato affidato all’ingegnere Guido Di Bella, mentre responsabile unico del procedimento è stato nominato il geometra Antonino Costa, dell’Ufficio tecnico comunale. Le determine dirigenziali di nomina sono state firmate dal geometra Santino Scarcella, responsabile dell’Area tecnica.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.