Mercoledì 19 Dicembre 2018
Martedì l'inaugurazione del simbolo contro l'indifferenza e il silenzio


Scaletta dice no alla violenza sulle donne con la panchina rossa

30/11/2018 | ATTUALITÀ

298 Lettori unici

Una delle panchine rosse del comprensorio

Anche Scaletta Zanclea avrà la "panchina rossa per la vita", simbolo della lotta alla violenza sulle donne promosso nel comprensorio jonico dal Centro antiviolenza “Al Tuo Fianco” di Roccalumera. L’inaugurazione avverrà martedì 4 dicembre, a partire dalle 15:30, in piazza Stazione, nel quadro delle iniziative di sensibilizzazione e informazione promosse e sostenute dal Comune. L’evento è organizzato dall’Amministrazione comunale e fortemente voluto dall’assessore Annalisa Cordaro e dalle consigliere di maggioranza Simona Cannistraci, Maria Luisa Di Blasi e Simona Federico. “La panchina rossa vuole essere un monumento civico, che ha il significato di un monito nel contrasto alla violenza e di antidoto all’indifferenza e al silenzio su un tema così drammatico, anche nel nostro paese – spiegano i promotori. Per la massima divulgazione del messaggio contro la violenza e per una diffusa educazione al rispetto della donna e della convivenza civile, è stato scelto un luogo pubblico, aperto a tutti, come eterno segnale a tutti coloro che violano la sacralità della vita e della dignità della donna sollecitando le donne e gli uomini delle istituzioni ad operare con rigorosa scrupolosità a contrastare ogni forma di violenza. Quest’altra iniziativa, dopo la giornata dedicata alla prevenzione, che il Comune condivide con la società civile, deve ricordarci che l’impegno su questo tema, proprio per il suo carattere strutturale, deve essere quotidiano e non confinato a eventi celebrativi la cui importanza sta proprio nell’aprire i riflettori su un impegno che va perseguito ogni giorno, soprattutto nei piccoli gesti del quotidiano. Questo progetto – aggiungono – prevede l’intervento delle scuole poiché è fondamentale che il messaggio di educazione contro ogni forma di violenza raggiunga i giovani, che rappresentano il futuro della nostra società”.

All’evento saranno presenti gli studenti dell’istituto comprensivo di Alì Terme, in modo particolare gli alunni della scuola secondaria di Scaletta. Interverranno il sindaco Gianfranco Moschella, la presidente dell’associazione “Al tuo Fianco” Cettina La Torre e la dirigente del Comprensivo  Rosita Alberti. La manifestazione si concluderà con le testimonianze significative e dirette delle mamme di due giovanissime vittime della bieca violenza femminicida, Vera Squatrito in memoria di Giordana Di Stefano, uccisa dal suo ex compagno, e Giovanna Zizzo, per ricordare la piccola Laura uccisa dal padre per vendetta contro la moglie. Queste due mamme sono promotrici in Sicilia del progetto Panchina Rossa, già portato avanti nei comuni di Messina, Taormina, Giardini, Letojanni, S. Alessio, S. Teresa, Savoca, Roccafiorita, Furci, Roccalumera, Alì Terme, Fiumedinisi. Il Comune di Scaletta ha ringraziato la Pro Loco e la Protezione civile comunale, perché con la loro presenza nel territorio siano di conforto e di sostegno alle vittime della violenza e della sopraffazione.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.