Domenica 15 Dicembre 2019
Mini discarica sulla Statale 114 e cumuli in paese per colpa dei soliti incivili


Spazzatura sulla strada a Sant'Alessio, un pessimo biglietto da visita

di Andrea Rifatto | 20/01/2019 | ATTUALITÀ

673 Lettori unici

La mini discarica sulla Statale

Negli stalli destinati a parcheggio la spazzatura… al posto della auto. Succede a Sant’Alessio, lungo la Strada statale 114, dove per diversi giorni nella zona sud del paese, ai margini della strada, è rimasta in bella vista una mini discarica fatta di sacchetti di scarti indifferenziati e non, gettati dai soliti incivili e da quanti si ostinano a non seguire le regole. Carta, cartone, plastica, resti di cibo e perfino vasi con piante, gettati tra la strada e il marciapiede a regalare un pessimo spettacolo a quanti percorrono l’arteria, tra cui anche i turisti che si spostano lungo la costa jonica. Il cumulo è divenuto inevitabilmente preda di cani, gatti e topi, con rischi di natura igienico-sanitaria per i residenti. In quel punto, sin dall’inizio della raccolta differenziata porta a porta, si riscontrano difficoltà a far conferire in maniera ordinata i rifiuti e soprattutto in estate, quanto il condominio che sorge all’altezza del km 37 della Ss 114 è affollato di proprietari di seconde case, si formano puntualmente cumuli di immondizia indifferenziata. Nessun effetto sortisce il cartello appeso al muro che avvisa “turisti e cittadini, soprattutto gli ignoranti e incivili”, che quella non è una discarica, con l’invito ad effettuare la raccolta differenziata seguendo il calendario, “per il bene di tutti e dell’ambiente”. I rifiuti sono stati rimossi tra venerdì e ieri ma rimangono le difficoltà a far rispettare a tutti le regole. Un problema che permane anche all'angolo tra la Statale e via Dei Normanni e in altre zone del paese, dove quotidianamente sbucano sacchetti abbandonati. Un fenomeno che va evidentemente contrastato con migliori azioni di sensibilizzazione e maggiori controlli.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.