Giovedì 22 Agosto 2019
Disagi da ieri per il maltempo. Attrezzature non rimosse in tempo finite in mare


Spiaggia da incubo a S. Teresa, tra fogna e danni per la mareggiata - FOTO

di Andrea Rifatto | 16/07/2019 | ATTUALITÀ

1732 Lettori unici | Commenti 5

Lo sversamento di fogna e le mattonelle in mare

Ha cambiato volto nel giro di 24 ore la spiaggia di S. Teresa di Riva. Da ieri a causa del maltempo l'arenile è letteralmente flagellato da tutti i lati e da distesa di sabbia pullulante di bagnanti si è trasformato in un deserto "campo di battaglia". La mareggiata in corso da ieri pomeriggio ha danneggiato alcune delle scivole di accesso alla spiaggia e le onde hanno trascinato via le mattonelle in cemento che consentono ai bagnanti di raggiungere l'arenile, visto che nessuno si è preoccupato già da ieri di rimuovere quelle più vicino al mare. Scivole che sono state danneggiate anche dagli scarichi di acqua piovana e fogna che provengono dal lungomare, poichè in alcuni punti le rampe sono state realizzate proprio agli sbocchi dei canali che ne hanno provocato il cedimento sotto il peso dell'acqua. A rischio anche le torrette del servizio di salvataggio, raggiunte dai marosi ma fortunatamente senza danni, in quanto le attrezzature e i pattini sono stati messi in salvo per tempo già ieri. Immancabili le esplosioni di fogna in spiaggia, sia ieri che questa mattina, nonostante durante la notte non ci siano state precipitazioni atmosferiche: in particolare nei pressi di via Del Gambero, probabilmente per un'ostruzione del sistema fognario, i liquami sono finiti sull'arenile emanando nell'aria un odore nauseabondo che sta creando non pochi disagi ai residenti e alle attività commerciali della zona, tra cui alcuni bar. Il problema è già stato segnalato al Comune e si spera che venga risolto al più presto. Inconvenienti del genere non dovrebbero più capitare una volta che verrà attivato il servizio di telcontrollo delle stazioni di sollevamento, in fase di installazione. Disagi anche per alcuni stabilimenti balneari colpiti dalla mareggiata.



COMMENTI

Massimo | il 16/07/2019 alle 13:17:51

Purtroppo penso che rivestire due ruoli contemporanei e difficile , poi diciamo pure che l'onorevole sindaco non essendo politico questi ruoli non riesce a coprirli , dovrebbe farsi delle domande e dare delle risposte !!! Caro Danilo non hai lo spessore x svolgere i due ruoli istituzionali , così non porti risultati al territorio ma solo alla tua tasca , dispiace dirlo ma sei fallimentare .....dal maestro non hai imparato niente ....

Pippo Sturiale | il 16/07/2019 alle 19:37:08

Piove, governo ladro ... dice Massimo !!!

Tindaro Camelia | il 17/07/2019 alle 08:41:05

Un giornalismo responsabile è anche pesare le parole distinguendo le "fogne" in cui circolano le "acque nere" dagli scarichi dell'acqua piovana, c.d. "acque bianche". Giusto per evitare di vanificare il lavoro di una comunità che con fatica cerca di elevare la propria qualità della vita (e la propria economia)

Andrea Rifatto | il 17/07/2019 alle 09:03:01

A S. Teresa non esiste separazione, acque nere e bianche scorrono insieme e in occasione dei temporali tutto viene sversato sulla spiaggia.

ge | il 17/07/2019 alle 10:05:26

Presto comprare per la sostituzione piastrelle disperse o rotte con procedura d'urgenza.......magari dallo stesso fornitore che ha venduto....donato ...venduto.....ritirato ....annullato BOH! le piastrelle precedenti.........

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.