Domenica 25 Agosto 2019
In caso di guasti al sistema di sollevamento dei liquami scatterà un allarme


Stop alla fogna sulla spiaggia a S. Teresa: arriva il telecontrollo

di Andrea Rifatto | 18/04/2019 | ATTUALITÀ

373 Lettori unici

Uno sversamento di agosto 2018

Saranno solo un ricordo da quest’anno gli sversamenti di fogna sulla spiaggia di S. Teresa di Riva? Se tutto andrà come previsto sì. A salvare l’arenile dall’arrivo di liquidi maleodoranti che si riversano dal lungomare in caso di guasti o intasamenti del collettore fognario sarà un sistema di telecontrollo che verrà installato nelle quattro stazioni di sollevamento (piazza Marina Militare Italiana, municipio, via Colapesce e via Famulari), che servono alla raccolta e al rilancio dei reflui verso l’impianto di depurazione di Catalmo. L’Amministrazione comunale, per risolvere questa problematica e considerato anche che i quadri elettrici di comando delle stazioni sono vetusti e non più rispondenti alle normative vigenti, oltre al fatto che non supportano i moderni sistemi di telecontrollo necessari a monitorare il funzionamento delle elettropompe, ha quindi deciso di provvedere alla fornitura e messa in opera di nuovi quadri per l’avviamento dei motori dotati di sistema di telecontrollo, così da poter intervenire per eliminare gli inconvenienti igienico-sanitari sulla spiaggia causati dai blocchi delle elettropompe non segnalati. Prima che si riempia la vasca della stazione e si attivi il troppo pieno con lo sversamento di fogna in spiaggia ci sono circa 15-20 minuti di tempo in cui si può intervenire e con il telecontrollo ci saranno dunque dei dispositivi che consentono di ricevere un messaggio o una telefonata che avverte del cattivo funzionamento. L’Ufficio tecnico ha avviato un procedura negoziata semplificata mediante trattativa diretta e ha invitato cinque ditte a presentare offerta per l’affidamento dei lavori di manutenzione straordinaria con fornitura e installazione di quadri elettrici con sistema di telecontrollo, per un importo da ribassare di 39mila euro: quattro quelle che hanno presentato l’istanza in municipio ed ad aggiudicarsi la procedura è stata la Ma.No. Tecnologia ed Ambiente di  S. Teresa per l’importo di 35mila 669,48 oltre Iva, grazie a un ribasso del 10,59%. Il Comune ha quindi impegnato la somma complessiva di 43mila 516 euro.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.