Domenica 15 Settembre 2019
Al Liceo Classico di S. Teresa laboratorio didattico con l'esperto Santi Moschella


Storia e archeologia, studenti alla scoperta dei relitti del Mediterraneo

21/12/2015 | ATTUALITÀ

1189 Lettori unici

Studenti e docenti con il dott. Santi Moschella

Gli studenti delle quinte ginnasio A e B del Liceo Classico dell’Istituto superiore “Caminiti-Trimarchi” di S. Teresa di Riva hanno incontrato il dott. Santi Moschella, esperto di archeologia subacquea, e hanno dibattuto con lui sul tema delle Sutiles naves, imbarcazioni cucite, del Mediterraneo antico. Queste imbarcazioni rappresentano il momento di transizione, nell’ambito della cantieristica mediterranea, tra il sistema di costruzione a cucitura e quello a chiodatura e a mortase e tenoni. I giovani allievi hanno partecipato all’incontro attivamente, in una sorta di laboratorio di storia “viva”, in cui le conoscenze sulla storia antica si sono strettamente intrecciate con quelle di specifiche attività legate all’architettura navale. L’archeologia subacquea, oltre ad illuminarci sulle antiche tecnologie, risulta fondamentale per la ricostruzione della fisionomia delle antiche imbarcazioni. Tuttavia, il livello di conservazione dei relitti, al di là di pochi fortunati casi, non è sufficiente a chiarirci in maniera esaustiva la forma complessiva di barche e navi antiche. In questi casi, l’iconografia antica, sia pittorica che scultorea, contribuisce non poco alla definizione dell’indissolubile filo che lega “l’antico” e il “moderno” a proposito della cultura del mare e della cantieristica in particolare. L’attività è stata organizzata nell’ambito del “Laboratorio di Archeologia” dal Dipartimento di Lettere del Liceo Classico, grazie alla preziosa collaborazione dell’architetto Domenico Costa, presidente di Archeoclub Area Jonica.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.