Martedì 21 Maggio 2019
Tavolo tecnico sul Masterplan alla Città metropolitana con sindaci e Cas


Svincoli autostradali, "S. Teresa e Alì Terme importanti anche come vie di fuga"

05/01/2018 | ATTUALITÀ

2448 Lettori unici | Commenti 1

Il tavolo tecnico alla Città metropolitana

Procede a ritmo serrato il confronto tra le parti sulla rimodulazione delle opere inserite nel Masterplan della Città metropolitana di Messina e relative ai collegamenti autostradali del territorio metropolitano. Stamani a Palazzo dei Leoni il commissario straordinario Francesco Calanna ha presieduto il tavolo tecnico che ha visto l'intervento dei sindaci, dei vertici del Consorzio per le Autostrade Siciliane e dei responsabili tecnici della Città metropolitana . L'incontro ha fatto il punto sulla situazione progettuale che investe la realizzazione degli svincoli di Alì Terme, Monforte San Giorgio, Santa Teresa di Riva, Villafranca Tirrena e Furnari Portorosa. L'analisi ha evidenziato le diverse realtà dei singoli progetti: per Alì Terme e Monforte San Giorgio si tratta di modesti adeguamenti alla progettazione esecutiva già disponibile e al reperimento delle somme mancanti attraverso la rimodulazione dei finanziamenti attuali; per lo svincolo di Santa Teresa di Riva i fondi sono disponibili, le procedure sono state già avviate e si attendono le autorizzazioni ministeriali. “Si tratta di opere fondamentali che raccontano le realtà di un territorio – ha affermato il commissario Calanna – che esprime diversità sulle esigenze dei comprensori coinvolti. Alì Terme e Santa Teresa di Riva hanno urgenza di dare soluzioni alla costituzione di via di fuga che rappresentano elementi imprescindibili per la protezione civile delle popolazioni così come irrinunciabile è lo svincolo di Monforte che insiste in un territorio che vede la presenza della raffineria di Milazzo e del polo industriale di Giammoro”. Al termine della riunione è emersa la necessità di attuare velocemente le linee di intervento, agendo su quei progetti cantierabili entro il 31 dicembre 2019, affinchè tutti i fondi a disposizione possano essere utilizzati.

Più informazioni: svincoli a18  


COMMENTI

france | il 08/01/2018 alle 15:56:17

Evidentemente i termini celerità, rapidità, accelerazione sono molto soggettivi. Se andrà tutto per il meglio fra due anni (31/12/2019) si dovrebbe intravedere solo qualcosa!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.