Mercoledì 22 Gennaio 2020
Inserita dall’ex Provincia in sostituzione del villaggio turistico 'Le Rocce' di Mazzarò


Taormina Arte, la caserma dei Carabinieri nel patrimonio della Fondazione

di Redazione | 31/03/2016 | ATTUALITÀ

933 Lettori unici

La caserma dei Carabinieri di Taormina

La nascitura Fondazione “Taormina Arte”, che andrà a sostituire a breve il Comitato, avrà nel proprio patrimonio anche la caserma dei Carabinieri della città del Centauro. Lo ha stabilito il commissario straordinario della Città metropolitana di Messina, Filippo Romano, con un atto che modifica quanto inizialmente stabilito il 10 agosto dello scorso anno, quando erano stati individuati come beni da conferire nel patrimonio iniziale della Fondazione, singolarmente o complessivamente, l’hotel “Panorama di Sicilia” di Castelmola e il villaggio turistico “Le Rocce” di Mazzarò. L’albergo castelmolese era stato infatti giudicato in grado di garantire un reddito certo in quando dato in affitto, mentre riguardo al villaggio “Le Rocce” l’ex Provincia, ente proprietario, puntava ad affidarlo ai privati tramite project financing, in modo da valorizzarlo ricavandone nel tempo un sicuro ritorno economico. L’iter di aggiudicazione si è però concluso negativamente in quanto la gara è stata bocciata dall'Urega di Messina, portando la Città metropolitana a sostituire la struttura di Mazzarò con la caserma dell’Arma dei Carabinieri, immobile anch’esso di proprietà dell’ente intermedio e inserito nell’elenco dei beni dell’ex Provincia da alienare o valorizzare come i due inizialmente identificati. Ubicata in piazza Vittorio Emanuele, nel centro di Taormina, tra Palazzo dei Congressi e Palazzo Corvaja, la caserma costituirà un bene maggiormente idoneo alle finalità conseguite dalla costituenda Fondazione TaoArte e di maggior valore per la formazione del patrimonio iniziale della stessa, trattandosi di una struttura di pregio artistico e interesse storico e culturale, oltre che in posizione strategica nel tessuto urbano della Perla, nonché produttore di reddito certo generato dall’affitto allo Stato, tale da assicurare un costante flusso di risorse finanziarie utile per le attività istituzionali di promozione culturale e del territorio. Nell'ultimo atto di modifica firmato dal commissario Romano viene confermata la permanenza dell’hotel “Panorama di Sicilia” tra i beni potenzialmente conferibili al patrimonio della costituenda Fondazione Taormina Arte. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.