Martedì 22 Ottobre 2019
La Perla ospiterà le trattative invernali del mondo del pallone. A settembre la firma


Taormina nuova capitale del calciomercato

di Carmelo Micalizzi | 24/06/2014 | ATTUALITÀ

1670 Lettori unici | Commenti 1

Ogni anno un via vai di direttori sportivi, calciatori, amministratori delegati, procuratori e altre personalità influenti del mondo del calcio attraversa le vie di Milano con valigie piene di contratti da firmare e interi fascicoli che passano di mano in mano segnando freneticamente ogni sessione di calciomercato. La più lunga, quella estiva, che va dal 1° luglio al 1° settembre e una seconda, la cosiddetta “finestra” di mercato invernale, che va dal 5 gennaio al 2 febbraio. Nella sede ufficiale del calciomercato, l’Atahotel Executive di Milano, il tempo è stato da sempre scandito a suon di prestiti, acquisti, cessioni e comproprietà, fino a quando, qualche mese fa, Comune di Taormina, Servizio Turistico Regionale, Confindustria Turismo e Alberghi e Associazione Albergatori di Taormina, delegando il coordinamento al giornalista Emanuele Cammaroto, hanno sottoscritto e presentato agli enti di competenza la proposta di spostare nella “Perla dello Jonio” trattative e affari del mondo del pallone italiano, sfidando di fatto la città meneghina, con la convinzione di avere tutti i requisiti per ospitare un così tanto importante evento annuale, riuscendo anche a renderlo meno “caotico”.
Dopo il sì dell’Adise (Associazione Italiana Direttori Sportivi) ufficializzato in questi giorni, seguito di fatto dalla disponibilità di Avvocaticalcio, Assoagenti e Assocalciatori l’ipotesi sembra farsi sempre più concreta e si parla già di una “divisione” delle sedi del calciomercato, con Milano che continuerebbe ad ospitare la sessione estiva, mentre agenti, direttori sportivi e addetti ai lavori si sposterebbero a Taormina per la finestra invernale.
Lo scenario sta già facendo brillare gli occhi a tutti gli appassionati di calcio siciliani, che potrebbero trovarsi a tu per tu con i loro beniamini sul rinomato “corso” taorminese, in un continuo fluire di telecamere, microfoni, “uomini di calcio” e giornalisti in arrivo da tutta Italia per raccontare il calcio che continua ad appassionare anche fuori dal rettangolo verde. 
Se tutto andrà per il verso giusto, dunque, basterà attendere settembre, quando la Lega Calcioratificherà la svolta storica mettendo tutto nero su bianco, e Taormina potrà guadagnare per la prima volta un posto di spicco nel panorama calcistico nazionale.

Più informazioni: taormina calciomercato 2015  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 25/06/2014 alle 12:30:13

Allora al mercato del sabato sulle bancarelle potremo comprare, invece che indumenti, tappeti e cineserie ... Immobile, Balotelli & Company!? Se non fosse che ho rispetto per l'agricoltura e chi vi si dedica (per hobby o per lavoro), direi che è meglio che vadano a zappare! Troppo bene sono pagati i giocatori, troppo male si comportano i tifosi ... quasi quasi proporrei un anno sabatico: invece che andare in campo di calcio, tutti ai servizi sociali e con solo un assegno per il minimo fabbisogno vitale!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.