Sabato 21 Settembre 2019
Gratitudine per il personale di Pronto soccorso e Chirurgia per le cure ricevute


Taormina, turista salvato ringrazia l’ospedale: "Tanta passione e spiccata umanità"

di Redazione | 22/07/2019 | ATTUALITÀ

1102 Lettori unici

L'ospedale "San Vincenzo" di Taormina

“In un momento storico dove troppo spesso sentiamo parlare di malasanità in Italia e soprattutto al Sud, ho potuto constatare con la mia esperienza delle ottime competenze professionali, più precisamente del reparto di Chirurgia”. A scriverlo in una lettera inviata all’Asp di Messina, alla Direzione dell’ospedale “San Vincenzo” di Taormina e al primario del reparto di Chirurgia, Vincenzo Panebianco, è un turista, Fabio Scognamiglio, che il mese scorso ha ricevuto delle cure nel nosocomio della Perla e ha voluto adesso porgere i propri ringraziamenti, “spinto da un sincero e profondo sentimento di gratitudine”. “Il 15 giugno mi trovavo in vacanza in Sicilia – racconta –  e accusando un malessere a livello addominale, alle ore 4.30 mi sono recato al Pronto Soccorso dove sono stato immediatamente controllato e visitato dall’equipe medica. Approfondendo tempestivamente con ecografia e successiva Tac addominale mi viene riscontrata una perforazione con annessa diverticolite acuta: ricoverato (primissima volta in vita mia) nelle successive ore nel reparto di Chirurga, dove ho potuto subito constatare un calore umano, professionalità e un’assistenza del personale che mi ha letteralmente salvato la vita, sventando così un complicato e invasivo intervento chirurgico. Perciò, con queste righe – scrive Scognamiglio – voglio semplicemente rinnovare a tutto il personale del Pronto Soccorso e del reparto di Chirurgia la mia più sincera gratitudine per il lavoro svolto, con tanta passione e profusa dedizione, durante il mio ricovero. Persone con spiccata umanità, che non svolgono il proprio lavoro solamente per arrivare allo stipendio a fine mese, ma anzi, motivate da una vera e propria missione verso il prossimo, dando un sostegno psicologico e morale, oltre che medico”. Una bella storia che il direttore generale dell’Asp di Messina, Paolo La Paglia, ha divulgato oggi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.