Sabato 19 Ottobre 2019
Approvato un Piano con 44 opere in tutta l'Isola: le risorse non sono però sufficienti


Torrenti, dalla Regione via libera a nuovi interventi per 25 milioni

di Andrea Rifatto | 16/12/2014 | ATTUALITÀ

2001 Lettori unici

I finanziamenti saranno emanati progressivamente

Notizie positive per numerosi comuni siciliani alla prese con gli annosi problemi legati alla messa in sicurezza del territorio e in particolare dei corsi d’acqua che attraversano i centri abitati. La Giunta regionale guidata da Rosario Crocetta ha infatti approvato l’elenco degli “Interventi di manutenzione straordinaria del demanio idrico fluviale” proposto dall’assessorato al Territorio e Ambiente per avviare opere di massima priorità tramite i fondi del Piano di Azione e Coesione, azione B6 “Interventi di mitigazione del rischio idrogeologico” – sottoazione B2 “Manutenzione delle opere di difesa degli alvei e interventi di regimentazione delle acque”. Si tratta di 44 interventi che interesseranno sei province siciliane, tra le quali quella di Messina vanta il maggior numero di opere inserite in elenco, ben 19, a testimonianza della fragilità e della necessità di mettere in sicurezza vaste zone del territorio peloritano. Rispetto agli interventi finanziati nei giorni scorsi dalla Regione, che facevano riferimento alla sottoazione A2 del Pac e la cui esiguità aveva sollevato non poche polemiche tra gli amministratori locali, nel piano trasmesso alla Giunta il 19 novembre scorso dall’assessore al Territorio e Ambiente, Maurizio Croce, sono previste opere di maggiore rilevanza per un costo complessivo di 25.836.940 euro: spesa che supera la disponibilità assegnata alla sottoazione B2 (20 milioni), che ha portato l’assessore Croce ha chiedere di valutare la possibilità di procedere alla realizzazione di tutti gli interventi previsti qualora si rendessero disponibili ulteriori risorse finanziarie. Ma dai 20 milioni si rischia di scendere a 14, vista la proposta del dirigente generale dell’assessorato, Maurizio Gullo, di rimpinguare la sottoazione B1, dove sono stati esitati positivamente progetti per un importo superiore alla disponibilità assegnata (50 milioni), ai danni della B2.
Gli interventi, da eseguire in economia con personale del Dipartimento dello Sviluppo rurale e territoriale, sono stati definiti con il supporto tecnico degli Uffici del Genio civile: verrà data priorità ai progetti che saranno meritevoli di approvazione e immediatamente cantierabili e si procederà al relativo finanziamento in modo progressivo e fino al raggiungimento del tetto disponibile. Risorse fondamentali che, considerato l’arrivo della stagione invernale, cittadini e istituzioni sperano possano essere utilizzate al più presto per la messa in sicurezza di fiumi e torrenti, il cui innalzamento degli alvei o il cattivo stato di manutenzione degli argini lasciano in apprensione intere comunità.

Piano interventi torrenti approvato dalla Regione


Gli interventi previsti nella riviera jonica messinese:

- Savoca : “Interventi di manutenzione delle opere di difesa dell’alveo del torrente Abramo” – 100mila euro

- S. Teresa di Riva-Savoca-Furci Siculo: “Interventi di manutenzione delle opere di difesa dell’alveo del torrente Savoca” – 200mila euro

- Antillo-Casalvecchio: “Interventi di manutenzione delle opere di difesa dell’alveo del torrente Antillo” – 300mila euro

- Letojanni: “Interventi di manutenzione delle opere di difesa dell’alveo del torrente Silemi” – 80mila euro

- Letojanni: “Interventi di manutenzione delle opere di difesa dell’alveo del torrente Gallodoro” – 120mila euro

Più informazioni: torrenti  torrente savoca  rischio idrogeologico  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.