Sabato 24 Agosto 2019
Sbloccato l'empasse. Le opere, per un importo di circa 1 milione, completate entro 4 mesi


Torrenti Nisi e Agrò, iniziano i lavori per le passerelle

di Sikily News | 06/04/2014 | ATTUALITÀ

2157 Lettori unici

Lo schema costruttivo delle due infrastrutture

Sono stati consegnati dall'Anas i lavori di realizzazione delle passerelle di attraversamento sui torrenti Nisi (tra Alì Terme e Nizza di Sicilia) e Agrò (tra Sant'Alessio Siculo e S. Teresa di Riva). Le opere saranno ultimate entro 4 mesi e consentiranno di eseguire i lavori di ricostruzione e messa in sicurezza dei ponti Nisi e Agrò, sulla Statale 114. E' stata così definitivamente scartata l'ipotesi di stralciare dai lavori in oggetto (che erano stati parzialmente consegnati il 10 aprile del 2013 limitatamente alla passerella in prossimità del torrente Nisi) la bretella sul torrente Agrò per l'insufficienza di risorse, in seguito ad alcune osservazioni formulate dal Genio Civile di Messina.
Decisivo, in tal senso, è stato il tavolo tecnico convocato lo scorso dicembre presso l'assessorato regionale alle Infrastrutture al quale, oltre ai vertici regionali, hanno partecipato Anas, i sindaci dei comuni interessati e l'ing. capo del Genio Civile di Messina, Gaetano Sciacca. Nell'occasione sono state ampiamente discusse e risolte le problematiche tecniche che impedivano il regolare avvio dei lavori. A seguito degli impegni assunti tra le parti e delle integrazioni progettuali prodotte da Anas su richiesta dell'ingegnere capo del Genio Civile e per effetto dei nulla osta ai fini idraulici rilasciati da quest'ultimo ente lo scorso 19 marzo, sarà adesso possibile realizzare entrambe le passerelle per un importo lordo complessivo di 1milione 122mila euro. Le passerelle saranno realizzate dalla ditta “Borzì Angelo” di Zafferana Etnea (Ct).
La notizia della consegna totale dei lavori è stata ufficializzata a seguito di un recente incontro nei locali dell'assessorato regionale alle Infrastrutture tra l'assessore Nino Bartolotta e il direttore regionale dell'Anas Salvatore Tonti. Soddisfazione è stata espressa da Bartolotta per la conclusione positiva di una vicenda che ormai andava avanti senza soluzione da più di un anno: “E' un buon risultato per il territorio jonico – ha sottolineato – visto che con la esecuzione di queste opere si avvia l'iter per la risoluzione definitiva di un problema viario che ha creato notevoli disagi, in particolare nelle stagioni estive; voglio ringraziare il direttore regionale dell'Anas, ing. Salvatore Tonti, dirigente competente e sempre pronto a raccogliere le indicazioni del territorio, e l'ing. capo del Genio Civile Gaetano Sciacca per avere fattivamente collaborato a trovare le soluzioni tecniche che consentissero la realizzazione di entrambe le passerelle".

Le due passerelle provvisorie saranno realizzate con un profilo stradale “a corda molla”, tramite la posa di canne metalliche Armco serie pesante, che verranno ricoperte con un getto di calcestruzzo armato e con un successivo strato di conglomerato bituminoso come pavimentazione stradale.
Le infrastrutture, essendo a carattere provvisorio, dovranno essere demolite con spese a carico dell’Anas al termine dei lavori di ricostruzione e messa in sicurezza dei ponti Nisi e Agrò, venendo meno i presupposti che ne hanno reso necessaria la loro costruzione.

Più informazioni: ponte agrò  ponte nisi  passerelle provvisorie  anas  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.