Lunedì 16 Dicembre 2019
Villa Genovesi rimarrà di rappresentanza. A Rocchenere uffici e strutture operative


Unione dei Comuni, doppia sede a Sant’Alessio e Pagliara

di Andrea Rifatto | 14/03/2015 | ATTUALITÀ

1831 Lettori unici

Villa Genovesi a Sant'Alessio e l'ex Elementare di Rocchenere

L’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani ha trovato casa. O meglio, ne avrà due. Dopo lo sfratto da S. Teresa di Riva avvenuto nel dicembre 2012, l’ente sovracomunale che comprende i comuni di Antillo, Casalvecchio Siculo, Forza d'Agrò, Furci Siculo, Limina, Mandanici, Pagliara, Roccafiorita, Roccalumera, Sant'Alessio Siculo, Santa Teresa di Riva e Savoca, era stato ospitato dal Comune di Sant’Alessio Siculo nei locali di Villa Genovesi, dove gli uffici hanno continuato a svolgere il loro compito garantendo la prosecuzione dei servizi e delle attività istituzionali. Nei mesi scorsi il nuovo presidente dell’Unione, Domenico Prestipino, aveva presentato richiesta ai Comuni di Furci Siculo, Roccalumera e Sant’Alessio per ottenere una sede che potesse consentire una migliore organizzazione degli uffici e lo svolgimento dell’attività della Giunta e del Consiglio. La soluzione è stata invece trovata “in casa”: la disponibilità a concedere gratuitamente dei locali è arrivata infatti dal Comune di Pagliara, dove Prestipino è sindaco, che ha messo a disposizione l’immobile dell’ex scuola elementare della frazione Rocchenere. Proposta accolta dall’esecutivo e anche dal responsabile dell’area tecnica dell’Unione, Giovanni Briguglio, che dopo un sopralluogo ha espresso parere favorevole per l’utilizzo dei locali. A Rocchenere sorgerà dunque la sede operativa dell’ente, dove verranno trasferiti gli uffici e avrà luogo l’attività della Giunta e del Consiglio, mentre a Villa Genovesi, nella cittadina del Capo, l’Unione manterrà una sede politica e di rappresentanza. Per rendere agibili i locali dell’ex Elementare di via Risorgimento, all'ingresso della frazione, con piccoli interventi manutentivi e spostare gli uffici e tutto ciò che servirà a garantire la piena funzionalità della struttura, la Giunta ha stanziato 6mila 500 euro, suscettibili di variazione vista l’oggettiva difficoltà di poter effettuare un preventivo dettagliato. L’utilizzo dei nuovi locali sarà regolato da una apposita convenzione che verrà approvata successivamente. “Una soluzione condivisa e accolta positivamente da tutti – spiega il presidente del Consiglio dell'Unione dei Comuni Jonici, Fabio Orlando – che si è rilevata pratica soprattutto per garantire la piena operatività degli uffici”. Novità anche per quanto riguarda le sedute consiliari: “La mia idea è quella di convocare dei Consigli ‘itineranti’ – spiega Orlando – così da coinvolgere tutti i comuni dell’ente, magari già dalla prossima riunione. A Villa Genovesi, poi – aggiunge – rimarranno importanti servizi come lo sportello Eurodesk, avviato proprio nei giorni scorsi, dove gli interessati possono già rivolgersi telefonicamente o durante gli orari di apertura”. Trovata la sede, l’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani potrà adesso operare a pieno regime senza alcun intoppo, agendo nell’interesse di tutto il territorio con azioni concrete di rilancio e sviluppo.

Più informazioni: unione dei comuni  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.