Sabato 25 Gennaio 2020
Sindaco, assessori e presidente del Consiglio devolvono tre mesi di stipendio


Alì, gli amministratori rinunciano alle indennità per gli eventi estivi

di Andrea Rifatto | 01/09/2016 | ATTUALITA

2106 Lettori unici

Il municipio di Alì

Gli amministratori comunali di Alì hanno rinunciato a tre mensilità delle indennità di carica destinando le somme alla realizzazione degli spettacoli estivi. L’Ente, infatti, non ha ancora approvato il bilancio di previsione 2016 e considerate le ristrettezze economiche legate soprattutto ai tagli delle risorse e alla drastica riduzione dei trasferimenti regionali e nazionali e alle ancora incerte risorse comunali, non avrebbe potuto far fronte alle spese necessarie per l’organizzazione del cartellone estivo. Quest’anno, tra l’altro, Alì ha festeggiato la patrona Sant’Agata con la caratteristica “Festa Ranni”, evento decennale che ha coinvolto numerosi fedeli, visitatori e turisti e che ha comportato un maggiore esborso economico rispetto agli altri anni. A luglio il sindaco Pietro Fiumara ha chiesto all’assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo un contributo da 10mila euro per cofinanziare le spese della “Festa Ranni” 2016 ma gli amministratori, in attesa di avere risposta, hanno approvato il programma delle manifestazioni stanziando 14mila 180 euro dalle proprie indennità, relative ai mesi di giugno, luglio e agosto. Il sindaco ha devoluto 4.537 euro, il vicesindaco Paolo Smeralda 2.495 euro, gli assessori Giovanna Doni, Francesco Domenico Grioli e Francesco Cateno Grioli 2.041 euro ciascuno, mentre il presidente del Consiglio Giovanni Fiumara ha destinato 1.020 euro.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.