Venerdì 24 Gennaio 2020
Iniziativa per diffondere i concetti di sicurezza economica e rispetto delle regole


Furci Siculo, studenti a lezione di legalità con la Guardia di Finanza

09/03/2016 | ATTUALITA

1396 Lettori unici

Studenti e docenti con il personale della GdF

Gli studenti della scuola Media di Furci Siculo hanno incontrato nei giorni scorsi il personale della Guardia di Finanza in occasione della quarta edizione del progetto denominato "Educazione alla legalità economica", rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado di numerosi istituti scolastici di Messina e provincia. Relatore dell’incontro è stato il capitano Angelo Vitiello, comandante della Compagnia delle Fiamme gialle di Taormina, che ha spiegato come l’iniziativa tragga origine da un protocollo d'intesa tra il Comando generale del Corpo ed il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, finalizzato a promuovere, nell'ambito dell'insegnamento "Cittadinanza e Costituzione", un programma di attività che prevede apposite conferenze, orientate a diffondere il concetto di sicurezza economica e finanziaria, a rimarcare il messaggio che “rispettare le regole conviene” e a stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del ruolo rivestito dalla Guardia di Finanza, quale organo di polizia vicino a tutti i cittadini di cui tutela il bene fondamentale delle libertà economiche.

Il progetto è volto alla prevenzione dell’evasione fiscale e dello sperpero di risorse pubbliche, delle falsificazioni, della contraffazione, dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso dell'incontro sono stati poi toccati argomenti come il racket, l’usura ed il gioco d’azzardo. All'iniziativa è abbinato il concorso "Insieme per la legalità" il cui scopo é sensibilizzare i giovani al senso civico ed al valore educativo dell’economia sana, oltre che alle attività svolte dal Corpo, favorendo la creatività espressiva sulle tematiche trattate attraverso la rappresentazione grafico-pittorica e la produzione video-fotografica. Gli studenti della Media di Furci si sono mostrati molto attenti ed interessati agli argomenti trattati, anche grazie all’uso di strumenti multimediali: particolarmente coinvolgente è stata la conclusione dell’incontro, quando gli alunni sono usciti nel cortile del plesso scolastico ed hanno assistito ad una dimostrazione pratica nella ricerca simulata di sostanze stupefacenti da parte delle unità cinofile. Il progetto "Educazione alla legalità economica" è stato riproposto anche quest’anno grazie alla collaborazione tra la Guardia di Finanza di Messina e l’Ufficio scolastico provinciale: nell’edizione precedente aveva fatto registrare ben cinquantanove incontri presso altrettanti istituti scolastici, di cui quattordici nelle scuole primarie, ventitré in quelle secondarie di primo grado e ventidue di secondo grado, sia nel capoluogo peloritano che in ventiquattro comuni della provincia. Per la scuola media di Furci la referente del progetto "Legalità" è la prof.ssa Palma Settimo.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.