Venerdì 24 Gennaio 2020
Sversamento sotto il torrente Sciglio. Protestano i cittadini e infiamma la polemica


Roccalumera, fogna in spiaggia: scontro tra maggioranza e minoranza

di Redazione | 28/08/2016 | ATTUALITA

2506 Lettori unici

Lo sversamento all'altezza del torrente Sciglio

Fogna in spiaggia nel primo pomeriggio di ieri a Roccalumera. Intorno alle 13.30 si è verificato uno sversamento di liquami all'altezza del torrente Sciglio, nella zona nord del paese. Il rivolo fognario ha attraversato l'arenile e i liquami si sono fermati a pochi metri di distanza dalla battigia, formano un laghetto maleodorante in un'area transennata dal Comune. A provocare lo sversamento un blackout della pompa di sollevamento che spinge i liquami. L'inconveniente è stato risolto dopo circa due ore, in seguito all'intervento dei tecnici comunali e di una ditta specializzata con un autoespurgo. Proteste da quanti si trovavano in spiaggia e da parte di alcuni cittadini, che lamentano il verificarsi periodicamente di tali sversamenti. "Il Comune dovrebbe occuparsi di ripulire la condotta ed evitare questi spiacevoli episodi, che rischiano di causare disagi anche di natura sanitaria in quanto i bagnanti, soprattutto i bambini, possono contrarre infezioni cutanee" - evidenzia un residente.

Sull’episodio è polemica tra minoranza e maggioranza
“Non appena venuti a conoscenza dell’accaduto abbiamo subito allertato l’Amministrazione affinché intervenisse per scongiurare una situazione di così grave rischio igienico-sanitario – scrive in una nota il gruppo consiliare di minoranza –: ciononostante lo sversamento ha continuato fino alle 16.30 circa proseguendo ad invadere l’arenile. Come mai è stata necessaria una segnalazione da parte dei cittadini nonostante le pompe di sollevamento siano dotate di un moderno sistema di allarme tramite sms in caso di avaria? Qualcosa evidentemente non ha funzionato o non è stata attenzionata per come dovuto. L’Amministrazione, a tal proposito, è tenuta a fornire le doverose spiegazioni sull’accaduto. Nella tarda serata ci saremmo aspettati di vedere quella zona non solo recintata ma soprattutto igienizzata – sottolineano Rita Corrini, Giuseppe Melita, Maria Grazia Saccà, Antonella Totaro e Ada Maccarrone –: così non è stato ma confidiamo che almeno oggi si provveda così come ci è stato riferito. Auspichiamo che questo problema non si ripeta e che in ogni caso sia affrontato con maggiore tempestività e solerzia da parte degli amministratori”.

La replica è giunta dal consigliere di maggioranza Cosimo Cacciola. “Forse siamo stati meno solerti ad intervenire del comunicato dei consiglieri di minoranza, i quali non vedevano l’ora che accadesse qualche sversamento dopo che per tutta l’estate non ce ne era stato neanche uno – esordisce –. E pur di sporcare l’immagine di Roccalumera, che a parole dicono tanto di amare, insieme ad altri due assoldati a tale nobile causa, vanno a cercar sfortune. Orbene, è vero lo sversamento e di questo siamo i primi noi a dolercene. Siamo intervenuti immediatamente, con il personale della ditta incaricata, con il dirigente dell’area tecnica arch. Della Scala, con il geom. Gugliotta e l’operaio Marino reperibili di turno. Dopo il loro immediato intervento, alle ore 13.30, già alle ore 17,00 il problema è stato individuato e risolto. Nei fatti - spiega cacciola - è avvenuto un imprevisto blackout della pompa di sollevamento della prima vasca. Questa mattina i tecnici hanno sollevato la pompa in questione per verificarne il corretto funzionamento e scongiurare che quanto sopra detto si abbia a ripetere. Comunque, nel rinnovare il nostro impegno e la nostra serietà nell’affrontare i problemi, grandi e piccoli, di amministratori, non ci resta che ringraziare i consiglieri di minoranza e i loro amici per la loro quotidiana e solerte opera mirata al solo fine di sporcare e delegittimare l’immagine del proprio paese. Un sentito grazie a nome di tutti i cittadini di Roccalumera”. La zona interessata dallo sversamento è stata igienizzata questa mattina.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.