Venerdì 24 Gennaio 2020
Rimosse la tamerici, 155 esemplari di Lagerstroemia abbelliranno la via marina


S. Teresa. Avviata la piantumazione degli alberi sul lungomare

di Redazione | 20/07/2016 | ATTUALITA

2764 Lettori unici

Il primo esemplare è stato piantato a Barracca

Hanno preso il via questa mattina sul lungomare di S. Teresa di Riva i lavori di piantumazione dei 155 esemplari di Lagerstroemia indica, albero conosciuto comunemente anche come mirto crespo, che verranno messi a dimora nelle aree di sosta lato mare dopo la rimozione delle tamerici. Gli interventi sono stati affidati nei giorni scorsi alla ditta 3 Effe Srl di S. Teresa, che ha offerto un ribasso del 16,5510% sull’importo a base d’asta di 37mila 936 euro, aggiudicandosi le opere per un importo di 34mila 124 euro. Alla procedura negoziata sono state invitate cinque ditte ed erano poi pervenute in municipio tre offerte: al secondo posto si è classificata la Mantarro Agatino, che ha offerto un ribasso 15,98%, seguita dalla Alm Costruzioni Generali (13%), entrambe ditte santateresine. La fornitura della piante è stata invece effettuata dalla Alba Sicula di S. Teresa, che ha offerto un ribasso del 17,70% sull’importo a base d’asta di39mila 106 euro, aggiudicandosi le opere per un importo di 32mila 592 euro. Anche in questo caso sono state invitate cinque ditte e al Comune sono arrivate quattro offerte: una è stata esclusa mentre al secondo posto si è classificata la Ferraro Domenico di Savoca, che ha offerto un ribasso 16,5820%, seguita dalla Pulisystem di Cosimo Trimarchi di S. Teresa (15%). Il progetto esecutivo per i lavori di arredo di opere a verde sul lungomare santateresino è stato redatto dal dott. Francesco Scarcella, agronomo e responsabile dell’Ufficio Manutenzione del Comune, e prevede una spesa complessiva di 92mila 794 euro, suddivisa in 37mila 936 per lavori e 54mila 858 per somme a disposizione, di cui 39mila 106 euro per la fornitura delle nuove piante. Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione è l'ing. Antonio Chillemi, che percepirà un compenso di 3mila 797 euro.

I lavori sono stati avviati nella periferia sud della via marina, nel quartiere Barracca, dove si sta procedendo al taglio della pavimentazione stradale e allo scavo fino ad un metro di profondità per creare le aiuole quadrate, ad una distanza di circa 15 metri l’una dall’altra, all’interno delle quali verranno piantumati gli alberi di Lagerstroemia. Intorno alle aiuole verrà poi posato un cordolo in cemento per evitare che le auto possano entrarvi dentro e danneggiarli. È stato inoltre previsto l’impianto di irrigazione automatizzato, suddiviso in cinque sezioni funzionanti autonomamente con relativi programmatori a batteria, con la posa sottotraccia di tubazioni in pvc che verranno collegate all’impianto della rete idrica comunale e consentiranno l’arrivo dell’acqua in ogni albero tramite erogatore a zampillo. Gli alberi di Lagerstroemia indica, dal fusto del diametro di 16-18 cm, avranno un’altezza minima di 2,5 metri: ciò eviterà dunque fastidiose interferenze con il traffico veicolare e con il transito dei pedoni sul marciapiede, a differenza di quanto avveniva spesso in passato con le tamerici. Il primo esemplare è stato posato alla presenza del sindaco Cateno De Luca. I lavori dovrebbero concludersi nel giro di 15 giorni.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.