Sabato 14 Dicembre 2019
Bloccato in flagranza dai carabinieri. Distrutti quattro ettari di macchia mediterranea


Alì Terme. Collina in fiamme, arrestato piromane 61enne

20/05/2015 | CRONACA

2656 Lettori unici

Letterio Arria è stato ristretto nel carcere di Gazzi

I carabinieri della Compagnia Messina Sud hanno arrestato un 61enne messinese, Letterio Arria, con l’accusa di incendio boschivo. L’uomo è stato bloccato intorno alle 19 di ieri dai militari delle stazioni di Alì Terme e Scaletta Zanclea, dopo una telefonata giunta alla Centrale operativa che segnalava la presenza di un persona intenta ad appiccare il fuoco alla vegetazione lungo il costone sovrastante la Ss 114, tra i comuni di Itala e Alì Terme. Le gazzelle dell’Arma, giunte tempestivamente nel tratto indicato, sorprendevano l’uomo, venditore ambulante con precedenti penali, mentre impugnava un accendino pronto ad innescare un ulteriore focolaio all’altezza di contrada Granci, nel comune aliese, dopo aver provocato cinque incendi per circa un chilometro lungo la Statale, dove a causa del forte vento si erano già propagate alte fiamme. L’intervento dei militari ha consentito di bloccare il 61enne Letterio Arria, condotto in caserma per l’identificazione e tratto in arresto per il reato di incendio boschivo. Concluse le formalità di rito, è stato ristretto presso la Casa circondariale di Gazzi, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Le operazioni per domare le fiamme, che hanno interessato circa quattro ettari di macchia mediterranea, sono andate avanti per tutta la notte ed hanno visto impegnate più squadre dei vigili del fuoco di Messina.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.