Giovedì 22 Agosto 2019
Merce contraffatta, bagarini e lavoro nero: sanzioni complessive per 69mila euro


Concerto Jovanotti al San Filippo, denunciati tre parcheggiatori

21/07/2015 | CRONACA

1639 Lettori unici

L'area esterna del San Filippo

Alle polemiche sorte per le situazioni di illegalità registratesi in occasione dei concerti di Vasco Rossi e Jovanotti allo stadio San Filippo di Messina, è arrivata una risposta, quantomeno in un caso, da parte delle Forze dell’ordine. La Guardia di Finanza peloritana ha reso noti oggi i risultati dell’operazione condotta in occasione della tappa messinese della tournée di Jovanotti. Le Fiamme gialle della Compagnia di Messina hanno sequestrato circa un centinaio di capi contraffatti (fascette, sciarpe e magliette), denunciando all’autorità giudiziaria tre persone per il reato di contraffazione e ricettazione. Eseguito anche un servizio contro i parcheggiatori abusivi, che hanno scatenato numerose polemiche nel post concerto, viste le richieste per un parcheggio in zona Cep, Contesse o Zir che andavano dai 10 ai 20 euro. Situazione analoga a questo registrato in occasione del precedente concerto di Vasco Rossi, sempre al San Filippo. I finanziari hanno sanzionato sei soggetti elevando nei loro confronti contestazioni per un importo complessivo di oltre 18mila euro. È stato inoltre individuato un “bagarino” itinerante, di origine campana, identificato e segnalato alle competenti autorità. In materia di contrasto al lavoro nero, invece, sono stati individuati 13 lavoratori non in regola: i datori di lavoro rischiano adesso la sospensione dell’attività e una sanzione pari a 51mila euro.

Più informazioni: jovanotti messina  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.