Martedì 26 Marzo 2019
Accusato di vari reati, è stato ristretto ai domiciliari dopo la convalida


Controlli dei Carabinieri ad Alì: arrestato un allevatore 50enne

di Andrea Rifatto | 17/02/2019 | CRONACA

2425 Lettori unici

Il piccolo centro di Alì e nel riquadro Rasconà

Operazione di controllo del territorio di Alì nella giornata di venerdì, che ha visto impegnati sin dal primo mattino i carabinieri delle Stazioni di Alì Terme, Scaletta Zanclea e della Compagnia Messina Sud, insieme ai militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia. Le attività si sono concentrate in particolare nelle campagne del piccolo centro collinare e hanno portato all’arresto di un allevatore del posto, Francesco Rasconà, 50 anni, già noto alle Forze dell’ordine per diversi reati commessi in passato. L'uomo è finito in manette per furto di energia elettrica, macellazione clandestina di animali e detenzione abusiva di munizioni. I militari dell’Arma, che una volta sui luoghi hanno fatto intervenire anche i tecnici dell’Enel e il Servizio Veterinario dell’Asp, hanno infatti scoperto come Rasconà si fosse allacciato abusivamente alla rete elettrica; durante la perquisizione sono state inoltre trovate delle cartucce per fucile da caccia e in un congelatore è stata rinvenuta della carne equina, che il 50enne ha dichiarato essere per consumo personale ma che i militari dell’Arma hanno sottoposto a sequestro. Dopo essere stato fermato ed espletate le formalità di rito, Francesco Rasconà è stato condotto nella propria abitazione e ieri mattina è comparso al Tribunale di Messina per l’udienza direttissima, nel corso della quale il giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto gli arresti domiciliari.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.