Giovedì 12 Dicembre 2019
Intervento di un bagnino e dell'ambulanza del 118 nello stesso tratto di arenile


Doppio incidente nel mare di S. Teresa: salvato un surfista, un bagnante in ospedale

di Andrea Rifatto | 11/08/2019 | CRONACA

1771 Lettori unici

L'ambulanza del 118 sul posto

Doppio incidente nel mare di S. Teresa nella giornata di oggi con due episodi, entrambi nella stessa zona, che fortunatamente non hanno avuto gravi conseguenze. Alle 13 un bagnante che si trovava sulla spiaggia nel quartiere Bucalo, all’altezza di via Del Carmine, è rimasto ferito mentre si tuffava in acqua: l’uomo, il 55enne A.G.A., stava cercando di evitare di essere travolto da un’onda sulla battigia e probabilmente a causa di uno sforzo eccessivo su una gamba ha riportato la frattura del femore, rimanendo a terra. Scattato l’allarme, è giunta sul posto l’ambulanza del 118: il personale sanitario lo ha prelevato sull’arenile e lo ha condotto a bordo del mezzo, per poi traportarlo all’ospedale di Taormina.

Circa un’ora dopo, invece, a pochi metri di distanza, un turista di Verona è stato salvato da un bagnino. Il giovane era al suo primo giorno di vacanza a S. Teresa e aveva noleggiato un windsurf vista la favorevole giornata di vento. Dopo poco, però, forse per il forte caldo e una scarsa esperienza, si è accasciato sulla tavola rimanendo in balia delle onde. Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato il bagnino dello stabilimento balneare Odissea, il giovane Umberto Moschella di Roccalumera, che ha immediatamente raggiunto il turista con il pattino di salvataggio e lo ha riportato a riva. Il surfista dopo diversi minuti si è ripreso ringraziando il bagnino per avergli evitato conseguenze peggiori.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.