Martedì 20 Agosto 2019
Soccorsi dalla Guardia di Finanza. La loro auto era rimasta bloccata a quota 1.100 metri


Etna, salvati padre e figlia intrappolati dalla neve

10/02/2015 | CRONACA

1100 Lettori unici

I finanzieri del Soccorso Alpino in attività di controllo

Brutta avventura, fortunatamente a lieto fine, sulle pendici dell’Etna per un uomo e la figlia, che ieri sono rimasti intrappolati infreddoliti e impauriti nella propria autovettura, bloccata dalla neve in contrada Miria, nel comune di Biancavilla, sul versante Sud-Ovest del vulcano, a circa 1100 metri di quota, a causa di una forte bufera di neve che aveva reso difficoltoso il transito degli automezzi. I due, residenti a Mascalucia, sono stati raggiunti e tratti in salvo dalla pattuglia del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi, già in attività di servizio di controllo del territorio. I militari hanno provveduto recuperare e a mettere in sicurezza il padre e la figlia 15enne, caricandoli a bordo del proprio automezzo e conducendoli presso la caserma di Nicolosi, dove ad attenderli vi erano alcuni familiari. Si è dunque conclusa solo con un brutto spavento la disavventura sulle pendici dell'Etna, dove soprattutto in questi giorni di avverse condizioni meteorologiche è facile imbattersi in rapidi mutamenti del tempo che possono dar vita a forti bufere di neve, anche improvvise. Per questo è sempre necessario porre la massima attenzione prima di avventurarsi anche su strade che si ritengono transitabili.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.