Venerdì 24 Maggio 2019
Coinvolto in un incidente sulla Statale 114. Il giudice ha disposto i domiciliari


Furci, aggredisce 118 e Carabinieri: arrestato 54enne di S. Teresa

di Andrea Rifatto | 13/05/2019 | CRONACA

3266 Lettori unici

Lo scooter dell'arrestato sulla Ss114

Si è scagliato contro carabinieri e operatori del 118 intervenuti per aiutarlo a seguito di un incidente stradale e alla fine è finito in manette con una sfilza di contestazioni. Una nottata animata per i militari dell’Arma della Stazione di S. Teresa e per i sanitari del 118, che intorno alle 23.45 sono giunti a Furci Siculo sulla Statale 114 all’altezza dell’incrocio con la strada che conduce alle frazioni a monte, al cosiddetto bivio della Madonnina, a seguito di una segnalazione di un centauro in difficoltà. L’uomo, infatti, proveniente da Furci, aveva perso il controllo del proprio scooter Hexagon ed era caduto sull’asfalto nelle immediate vicinanze dello spartitraffico, senza riportare particolari conseguenze. All’arrivo dell’ambulanza, però, giunta dalla postazione di Letojanni, è andato in escandescenza e si è scagliato contro tutti gli operatori che cercavano di calmarlo, in evidente stato di alterazione per aver assunto alcol. Da qui la richiesta di intervento inoltrata ai carabinieri di S. Teresa, che una volta arrivati hanno cercato di far ragionare l'uomo ma i tentativi si sono rivelati vani e dunque il 54enne è stato bloccato e condotto in caserma dai militari ai comandi del luogotenente Maurizio La Monica e poi arrestato, su disposizione del magistrato di turno, con le accuse di minaccia a pubblico ufficiale, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e ubriachezza. Si tratta di Fabio Di Bella, 54enne di S. Teresa di Riva, già noto alle Forze dell’ordine. Alla Stazione dell'Arma di S. Teresa è giunta in ausilio anche una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Taormina e Di Bella in nottata è stato condotto in camera di sicurezza alla Stazione Cc di Giardini Naxos e oggi è comparso in tribunale per il giudizio direttissimo di convalida. L'arresto è stato convalidato e il giudice ha disposto i domiciliari accogliendo la richiesta dei termini a difesa e fissando l'udienza per il 13 giugno.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.