Martedì 17 Settembre 2019
Ladri disturbati e messi in fuga. Serrate indagini per individuare tutta la banda


Furto in un negozio di Sant'Alessio, due sospetti fermati dai carabinieri

di Andrea Rifatto | 09/01/2019 | CRONACA

2339 Lettori unici

La vetrina spaccata dai ladri

Ladri in azione questa notte a Sant'Alessio. Nel mirino dei malviventi il negozio di abbigliamento per bambini Patapunfete, situato sulla centrale via Consolare Valeria. Alle 3.05 una banda composta da quattro persone incappucciate, di cui una sembrerebbe essere una donna, è arrivata davanti l'esercizio commerciale e in pochi istanti ha infranto una vetrina arraffando quanta più merce possibile. I ladri sono stati però disturbati dal passaggio di un'auto con a bordo due vigilantes della Ksm, che si stavano recando a Giardini Naxos per un altro allarme: alla vista dei metronotte due dei ladri sono fuggiti in auto mentre altri due si sono dileguati a piedi. Nel frattempo erano già in arrivo i carabinieri, che si trovavano di pattuglia con tre gazzelle dell'Arma: scattati i controlli in tutto il comprensorio, poco dopo un'auto dello stesso modello di quella descritta dai vigilantes è stata intercettata dai militari dell'Arma a Letojanni: le due persone a bordo potrebbero essere due dei componenti del gruppo che ha agito attuando la spaccata nel negozio e sono in corso indagini per appurarlo: nel veicolo non vi era però traccia della refurtiva, che potrebbe essere stata riposta in un'altra auto con la quale si è dileguato il resto della banda. Sul luogo del furto sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Sant'Alessio ai comandi del luogotenente Vito Calì, che stanno conducendo le indagini insieme ai colleghi del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Taormina, coordinati dal capitano Arcangelo Maiello. Il bottino del furto non è stato ancora quantificato con esattezza ma si aggirerebbe sui mille euro. Il negozio, che ha aperto a Sant'Alessio da sei mesi, non è dotato di impianto di videosorveglianza e dunque non vi sono immagini del furto che possano fornire elementi utili agli inquirenti, che hanno comunque acquisito i filmati delle altre telecamere presenti in zona. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.