Lunedì 16 Dicembre 2019
Sorpreso dopo aver sottratto un borsone ad un turista. Disposto l'obbligo di firma


Giardini Naxos. Furto in spiaggia, i carabinieri arrestano un giovane

06/09/2014 | CRONACA

2094 Lettori unici

Continua il pattugliamento dei litorali da parte dei Carabinieri

I carabinieri della Compagnia di Taormina hanno tratto in arresto il 22enne Andrea Sinacori, residente nel catanese, con l’accusa di furto aggravato. Il giovane è stato sorpreso da una pattuglia dell’Arma sul lungomare di Giardini Naxos subito dopo aver sottratto in spiaggia un borsone appartenente ad turista milanese in vacanza nella cittadina rivierasca. La vittima si trovava in un lido balneare quando ha notato il Sinacori mentre prelevava i propri effetti personali, allontanandosi poi velocemente: dopo i primi attimi di indecisione, il turista si è messo a rincorrere il ladro, superando la spiaggia e raggiungendo il vicino lungomare. Qui la vittima ha ricevuto il primo importante contributo da un carabiniere di un reparto catanese, libero dal servizio, che per caso si trovava in quelle zone e che aveva già notato la situazione. Il militare, intuito ciò che stava accadendo, ha fornito il necessario supporto inseguendo il ladro sulla via marina, dove proprio in quell’istante transitava una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina, che si è unita all’inseguimento del ladro raggiungendolo in una delle vie del centro abitato, dove si era rifugiato nel disperato tentativo di far perdere le proprie tracce. L’uomo è stato così raggiunto dalla vittima del furto, dal carabiniere in borghese e dalla pattuglia, mentre aveva ancora con sé la refurtiva. Successivamente, dopo le incombenze di rito negli uffici del Nucleo Radiomobile, è stato tratto in arresto per il reato di furto aggravato. La borsa, contenente occhiali da sole, cellulari, documenti ed altri effetti personali, è stata subito restituita al legittimo proprietario. L’arrestato, trattenuto in camera di sicurezza, è stato poi condotto presso il Tribunale di Messina, dove l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto e disposto nei sui confronti la misura dell’obbligo di firma. La difesa di parte ha chiesto i termini a difesa.
Il costante pattugliamento dei territori effettuato dai Carabinieri della Compagnia di Taormina ha consentito dunque di raggiungere un importante risultato nella lotta ai reati predatori, a garanzia dei numerosi turisti che ancora affollano i litorali. Da tempo infatti la Compagnia Carabinieri della città del Centauro sta attuando una serie di servizi tesi ad individuare i cosiddetti ladri da spiaggia, che non esitano a introdursi sulle spiagge con l’intento di rubare le borse degli ignari turisti.

Più informazioni: furto  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.