Domenica 25 Agosto 2019
Bilancio delle attività tra aprile e ottobre: 12 denunce all'autorità giudiziaria


Guardia costiera Giardini Naxos: in estate 1.005 controlli e 38mila euro di sanzioni

03/11/2016 | CRONACA

1279 Lettori unici | Commenti 2

La Guardia costiera di Giardini Naxos ha stilato un bilancio delle attività di controllo eseguite durante la stagione balneare 2016, che si è aperta l’1 aprile e chiusa il 31 ottobre. Gli uomini dell’Ufficio Locale Marittimo al comando del maresciallo Cosimo Roberto Arizzi hanno operato durante l’intera stagione, secondo le direttive della Capitaneria di Porto di Messina, a tutela dell’incolumità dei bagnanti, a difesa dell’ambiente marino e a garanzia della sicurezza di quanti hanno fruito del mare nel periodo estivo trascorso. I militari hanno pattugliato le acque dei litorali di propria competenza con una motovedetta e un battello veloce, mentre sulle spiagge pattuglie le “terrestri" hanno garantito il regolare e sicuro svolgimento delle molteplici attività connesse con l’uso del mare. Presenza in mare e controlli per prevenire e contrastare qualsiasi tipo di comportamento illecito con particolare riferimento alla sicurezza della navigazione, alla sicurezza della balneazione, alla tutela dell’ambiente marino e costiero, al rispetto della vigente normativa in materia di demanio marittimo.

Effettuati 1.005 controlli, con l’ispezione di 321 unità da diporto; due le imbarcazioni soccorse e 20 le persone soccorse/recuperate; 192 i verbali amministrativi elevati, per un ammontare di circa 38mila euro; 12 le notizie di reato inoltrate alla competente autorità giudiziaria. Numerosi i verbali nei confronti delle unità sorprese a navigare o sostare nelle zone normalmente destinate alla balneazione. Ispezionate anche le unità utilizzate per escursioni turistiche, che giornalmente consentono ai numerosi turisti di apprezzare le bellezza della costa. In alcuni casi i conduttori sono stati sanzionati in quanto trasportavano un numero di passeggeri maggiore a quello consentito dal certificato di sicurezza.  Particolare attenzione è stata data al contrasto all’abusivismo commerciale: le verifiche effettuate hanno consentito di individuare e sanzionare 6 soggetti che effettuavano l’attività di noleggio abusivo. Per quanto riguarda gli incidenti in mare, a luglio si è registrato il decesso di un uomo sulla spiaggia libera di Giardini a causa di un malore. In generale il dispositivo di sorveglianza ha svolto il proprio compito e i limitati episodi negativi, verificatisi perlopiù per imprudenza dei bagnanti, sono stati risolti, in molti casi, con gli interventi degli assistenti bagnanti puntuali e tempestivi a dimostrazione della professionalità acquista. Un importate contributo è stato prestato dalla Guardia costiera volontaria di Taormina e dalla Guardia costiera ausiliaria di Giardini Naxos, che hanno contribuito al monitoraggio dei litorali. Collaborazione è stata fornita anche dalle altre Forze di Polizia e altri Enti dello Stato presenti sul territorio con cui sono state compiute operazioni di controllo e verifica sul demanio marittimo.


COMMENTI

VERONICA | il 03/11/2016 alle 18:24:54

E DA APRILE, MAGGIO IL NOSTRO MARE VIENE DEPAUPERATO DA PESCATORI SENZA SCRUPOLO CHE SACCHEGGIANO I FONDALI CON RETI ILLEGALI PER QUALCHE QUINTALE DI NEONATA CHE VENDONO A PESO D'ORO NELL'ILLEGALITA' PIU' ASSOLUTA.. FATE QUALCOSA PER FAVORE

roberto m moschella | il 03/11/2016 alle 22:38:51

Queste autorita' marittime fanno del proprio meglio, nel senso che non sanno fare di piu' ( per svariate ragioni). Riguardo alla tutela dell'ambiente,Esse vivono in comparti stagni incomunicabili con i comuni cittadini di buona volonta'. Il commissario Montalbano direbbe che non ci vengano a scassare i cabasisi con questi comunicati pubblicitari.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.