Venerdì 22 Novembre 2019
Concluse le indagini della Stradale. L'uomo, un 34enne di Scicli, è stato denunciato


Incidente A18 Roccalumera, il conducente del Tir aveva assunto droga

di Redazione | 24/01/2015 | CRONACA

1883 Lettori unici

Il tir ribaltato dopo lo schianto (foto Gazzetta del Sud)

È stato denunciato per guida in stato di alterazione psicofisica dovuto all’uso di sostanze stupefacenti il conducente dell’autoarticolato che ieri ha causato un incidente stradale sull’autostrada A18 Messina-Catania nei pressi dello svincolo di Roccalumera. Nello scontro sono rimasti coinvolti un‘autovettura Bmw, condotta dal segretario comunale di Roccalumera, Gaetano Russo, ed un tir guidato da un trentaquattrenne di Scicli (Rg). La dinamica del sinistro è stata ricostruita dalla Polizia stradale, intervenuta sul posto per gli accertamenti di competenza. In particolare è emerso come il conducente dell’autovettura, nel percorrere l’autostrada con direzione di marcia Messina-Catania, sia stato costretto a fermarsi nella corsia d’emergenza per una probabile avaria al veicolo. In quell’istante sopraggiungeva l’autoarticolato, che andava a schiantarsi sulla Bmw nonostante il conducente l’avesse vista in sosta sulla corsia di emergenza. A seguito dell’urto l’auto veniva sospinta in avanti per alcuni metri: l’autotrasportatore perdeva invece il controllo del mezzo e dopo aver impattato e divelto circa 40 metri di guardrail metallico di protezione, delimitante il margine destro dell’arteria, fuoriusciva dalla sede stradale ribaltandosi.
Entrambi i conducenti hanno riportato lesioni, giudicate guaribili dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale “San Vincenzo” di Taormina: i medici hanno prescritto 15 giorni per il conducente dell’autovettura e 7 per il camionista. All’autista ragusano, deferito all’autorità giudiziaria per guida in stato di alterazione psicofisica dovuto all’uso di sostanze stupefacenti, è stata anche ritirata la patente di guida.

Più informazioni: incidente a18 roccalumera  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.