Martedì 22 Ottobre 2019
Schianto in scooter contro un muretto della piazza centrale. Donati gli organi


Incidente a Gaggi, muore un 20enne di Graniti: oggi funerali e lutto cittadino

di Redazione | 08/09/2016 | CRONACA

27389 Lettori unici | Commenti 4

Il luogo dell'incidente e Sebastiano Leonardi

Un gravissimo incidente stradale verificatosi a Gaggi alle 4 del mattino di martedì è costato la vita ad un giovane di Graniti, Sebastiano Leonardi, 20 anni. Il ragazzo era a bordo del suo scooter insieme ad un amico e stava percorrendo via Umberto I per fare rientro a casa, quando giunto all’altezza di piazza Vittorio Emanuele, al centro del paese, ha perso il controllo del mezzo per cause in fase di accertamento andandosi a schiantare contro lo spigolo in marmo accanto ai gradini che conducono alla piazza. Soccorso dal 118, è stato subito trasportato all’ospedale “San Vincenzo” di Taormina, dove è stato sottoposto ad un intervento di asportazione della milza. Di seguito, per la gravità del trauma cranico e toracico riportati, è stato traferito presso il reparto di Anestesia e Rianimazione con Terapia Intensiva del Policlinico “G. Martino” di Messina. Le condizioni cliniche sono apparse da subito disperate e nulla ha potuto strappare il giovanissimo Sebastiano alla morte cerebrale, che è stata tempestivamente accertata dai sanitari secondo le modalità previste dalla legge. L’amico che viaggiava con lui ha invece riportato solo lievi ferite a un piede.

La famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi per la donazione: il cuore è andato a un paziente ricoverato alle “Molinette” di Torino, reni e fegato all’”Ismett” di Palermo, le cornee all'Ospedale Civico di Palermo e da qui alla Banca degli Occhi. “Il papà, le sorelle e i parenti più stretti di Sebastiano, con commovente slancio altruistico, hanno subito acconsentito affinché si ripetesse il miracolo della vita – sottolinea in una nota la direzione del Policlinico di Messina – che, come un formidabile testimone, viene trasmessa ad altri sconosciuti afflitti dalla disperata necessità di un trapianto. Il gesto di grande civiltà della famiglia Leonardi, cui va il sincero ringraziamento della direzione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria, ha consentito di restituire nuova vita a sei pazienti. Nella notte tra martedì e mercoledì, ancora una volta, si è attivata la complessa macchina organizzativa che coinvolge un’intricata rete di professionalità. Tra queste: l’Unità Operativa Complessa di Anestesia e Rianimazione, la Direzione Sanitaria, il Coordinamento Aziendale per la Donazione e i Trapianti d’Organo, il Centro Regionale Trapianti, il Centro Nazionale Trapianti e i Centri Trapianto". 

Sebastiano Leonardi, dopo il diploma conseguito all’Istituto alberghiero “Falcone” di Giarre, lavorava da qualche tempo in un noto locale di Gaggi. Circa un anno fa aveva perso la mamma. Un altro grave lutto che colpisce i centri della Valle dell’Alcantara e vede coinvolto sempre un giovane, dopo la morte del 15enne Salvatore D’Agostino rimasto folgorato a Gaggi mentre giocava nella piazza la chiesa Maria Santissima Annunziata a Cavallaro, nel vecchio centro storico.

I funerali si svolgeranno oggi alle 16.30 nella chiesa di San Basilio Magno a Graniti. Il sindaco Paolino Lo Giudice ha proclamato per oggi il lutto cittadino, “visto che l’intera comunità è scossa dalla prematura e tragica scomparsa di Sebastiano e l’intenzione e la volontà di partecipare al dolore dei familiari anche in forma istituzionale e pubblica”. Il primo cittadino ha disposto l’esposizione delle bandiere a mezz’asta e listate a lutto sul municipio e ha invitato cittadini, titolari di attività commerciali, organizzazioni politiche, sociali e e produttive, associazioni sportive e culturali ad esprimere la loro partecipazione al lutto mediante la sospensione delle attività durante i funerali in segno di cordoglio e rispetto. 


COMMENTI

Annalisa Avellone | il 08/09/2016 alle 09:28:31

Ora sei un angelo in cielo con la tua mamma salita in cielo anche Lei troppo presto.R.i.p. e da lassú veglia i Tuoi Cari con il loro immenso dolore.Giunga da parte mia e dei miei Cari le piú sentite condoglianze.Un abbraccio particolare al Sig.r.Puglia Mario Sebastiano😭

Giuseppe Cannavò | il 08/09/2016 alle 10:03:22

Ci stringiamo a Voi in questa terribile disgrazia. Noi che abbiamo avuto il privilegio di conoscere Sebastiano Leonardi e le sue qualità e la sua forza, proprio per il rispetto che gli dobbiamo, cercheremo di fare un modello del suo ricordo.

Carmelo Bonaventura | il 08/09/2016 alle 13:35:55

Di fronte a certe situazioni , siamo veramente impotenti , si parla tanto che il destino non esiste che sono superstizioni, non so fino a che punto, comunque accettare la realta' a volte e' dura, spero solo che l'anima di Sebastiano venga accolta da Dio e quindi di farlo stare accanto a sua madre , che da come ho letto era gia' deceduta prima .No ci sono parole che possono consolare una situazione del genere , io personalmente che sono genitore non so come si possa reagire ad un evento si mi si chiude la gola, carissimi familiari di Sebastiano , mi stringo forte a voi, non so cosa potrei ancora aggiungere , parlare e' facile , ma affrontare la realta' e quello e' il problema , l 'unica cosa che si puo' fare e' quella di rafforzare la fede in Dio .Condoglianze.

Paolo Gerami | il 09/09/2016 alle 14:54:22

Ancora dopo il funerale, avrò riletto una decina di volte l'opuscolo, resto incredulo ancora della tua prematura scomparsa, non mi è facile accettarlo ma purtroppo chi accetta la vita, accetta anche il compromesso di morire, tu lhai fatto egregiamente, il gesto della donazione degli organi da parte tua avendo il tesserino, e della tua famiglia fa capire quanto tu importante sia stato e sarai, non ci vedevamo sempre, ma bene o male c'è stato un grande rispetto e tu avevi qualcosa di speciale, non avrei mai voluto portarti i fiori dei tuoi colori preferiti x la tua scomparsa, è vero non ti vedo ma spero che almeno possa sentirmi, un giorno non so quando ci rivedremo, intanto pianterò un albero davanti a casa mia, con il tuo nome. . . è stato bello ieri parlare con la tua gatta abbiamo fatto subito amicizia, dolce, sensibile e unica . . lei ti adorava

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.