Martedì 23 Aprile 2019
Dal suo fucile è partito un colpo risultato fatale. Nel 2010 un episodio analogo


Incidente di caccia a Casalvecchio Siculo, muore un 50enne

di Andrea Rifatto | 01/02/2016 | CRONACA

3170 Lettori unici

Salvatore Santoro lascia moglie e due figli. Sullo sfondo Rimiti

Tragico incidente nella giornata di sabato nelle campagne di Rimiti, frazione di Casalvecchio Siculo. Un 50enne del posto, Salvatore Santoro, è rimasto ucciso da un colpo partito accidentalmente dal suo fucile durante una battuta di caccia, iniziata nel primo pomeriggio nel territorio casalvetino. L'uomo verso sera non aveva però ancora fatto rientro a casa e i familiari hanno così deciso di lanciare l'allarme allertando i carabinieri della stazione di Sant'Alessio Siculo, competente per territorio. Sono state subito organizzate le ricerche, che hanno visto impegnati i militari dell'Arma e i cittadini di Rimiti, che a gruppi hanno setacciato l'area intorno alla quale il 50enne aveva lasciato parcheggiata la sua auto. In tarda serata la vicenda si è conclusa con un triste epilogo: i concittadini di Santoro lo hanno infatti ritrovato ormai senza vita in contrada Mandraloconti, a monte del centro abitato, con una profonda ferita rivelatasi fatale tra spalla e volto, causata dal colpo di arma da fuoco. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina, per i rilievi di rito, e il medico legale, mentre il magistrato di turno ha autorizzato la rimozione della salma trasportata in nottata nell'abitazione di famiglia a Rimiti. I carabinieri della Compagnia di Taormina, che hanno svolto le indagini al comando del capitano Francesco Filippo, non hanno individuato elementi riconducibili ad altre piste se non a quella di un tragico incidente. L'arma, un fucile calibro 12 detenuto regolarmente, è stata posta sotto sequestro. Salvatore Santoro, sposato e padre di due figli, lavorava come collaboratore scolastico alla Scuola elementare di Furci Siculo. La sua morte ha destato profonda commozione in tutto il comprensorio. Un episodio analogo si era verificato sempre a Casalvecchio Siculo nel novembre 2010, quando l'imprenditore edile Salvatore Finocchio rimase ucciso da un colpo partito dal suo fucile durante una battuta di caccia al cinghiale.

Lunedì 1 febbraio lutto cittadino a Casalvecchio Siculo
I funerali di Salvatore Santoro si svolgeranno oggi, lunedì 1 febbraio, alle ore 15 nella chiesa Maria Santissima del Carmelo di Rimiti. Il sindaco Marco Saetti ha disposto con propria ordinanza la proclamazione del lutto cittadino, provvedimento adottato interpretando il comune sentire della cittadinanza e ritenuto doveroso in segno di cordoglio e partecipazione al dolore della famiglia per la prematura tragica scomparsa del loro congiunto. Negli edifici comunali e in tutti gli uffici pubblici casalvetini verrà esposta la bandiera a mezz'asta: Saetti ha invitato tutti i cittadini ad esprimere il dolore e l'abbraccio dell'intera comunità e le attività commerciali a rimanere chiuse durante lo svolgimento della cerimonia funebre. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.