Martedì 23 Aprile 2019
La Procura ha disposto accertamenti tecnici per ricostruire l'esatta dinamica


Incidente sull'A18 a Itala, indagati tre camionisti siciliani

di Andrea Rifatto | 19/01/2019 | CRONACA

1763 Lettori unici

L'auto della Polstrada schiacciata tra due mezzi

Sono tre gli indagati dalla Procura della Repubblica di Messina per l’incidente stradale avvenuto la notte tra lunedì e martedì sull’A18 Catania-Messina all’altezza di Itala, costato la vita all’assistente capo della Polizia stradale Angelo Spadaro, 55enne di S. Teresa di Riva, a Salvatore Caschetto, autotrasportatore 42enne di Rosolini e all’81enne calabrese Rosa Biviera. Il sostituto procuratore Rosanna Casabona, titolare dell’inchiesta, ha iscritto nel registro degli indagati tre autotrasportatori che si trovavano al volante dei mezzi, in quanto secondo gli accertamenti della Polstrada di Messina potrebbero aver causato il tragico sinistro. Si tratta di un uomo di 33 anni di Comiso alla guida dell’autoarticolato che ha disseminato olio sull’asfalto da Itala fino a Messina, di un 43enne di Catania che con il proprio mezzo ha travolto il poliziotto Spadaro e di un 28enne il cui autotreno ha investito e ucciso Caschetto. Tutti e tre sono accusati di omicidio stradale e disastro colposo in concorso; il 43enne comisano deve rispondere anche di attentato alla sicurezza dei trasporti, perché l’aver disseminato l’olio sulla carreggiata in direzione Messina avrebbe messo a rischio tutti gli altri utenti e provocato il successivo incidente con l’inferno di lamiere e morti. La Procura di Messina ha disposto un accertamento tecnico irripetibile per ricostruire la dinamica esatta del sinistro stradale e lunedì nominerà l’ingegnere messinese Santi Mangano come proprio consulente. Gli indagati e le parti offese potranno individuare i propri periti di parte. I familiari di Angelo Spadaro hanno affidato le proprie difese all’avvocato Aurora Notarianni di Messina, quelli di Caschetto si sono rivolti agli avvocati Corrado Di Stefano e Cesare Spadaro di Rosolini. I funerali di Salvatore Caschetto (che lascia la moglie e il figlio di 14 anni) si sono tenuti questa mattina nella chiesa di Santa Caterina a Rosolini: l’uomo, secondo una prima ricostruzione, aveva parcheggiato il suo tir per prestare soccorso all’agente Polstrada, quando è stato falciato da un altro mezzo pesante. Intanto migliorano le condizioni di Giuseppe Muscolino, l’altro agente della Stradale che quella notte era in servizio con Spadaro: la prossima settimana il furcese sarà sottoposto ad intervento chirurgico ad entrambe le gambe, fratturatesi durante la tragedia della strada.

Più informazioni: incidente a18 itala  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.