Domenica 25 Agosto 2019
Controlli di Carabinieri e Ispettorato in 23 aziende messinesi. Verificate 41 posizioni


Lavoro nero, sospese tre attività: sanzioni per 150mila euro

24/02/2016 | CRONACA

1450 Lettori unici

Scoperti 7 lavoratori in nero su 10 presenti in 5 attività

Proseguono le attività volte a scovare casi di lavoro nero ed irregolarità contrattuali nel territorio della provincia di Messina. I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del Comando provinciale, insieme agli ispettori del lavoro civili e su impulso del Direttore territoriale del Lavoro, hanno effettuato nell’ultima settimana diversi controlli nel capoluogo peloritano con particolare attenzione nel settore del commercio e dell’edilizia. Complessivamente sono state controllate 23 aziende e verificate 41 posizioni lavorative: scoperti 7 lavoratori in nero su 10 presenti in cinque diverse società (2, 1, 1, 1, 2), e in tre casi è stata adottata la sospensione dell’attività imprenditoriale. Otto i lavoratori irregolari fra le altre aziende controllate, mentre le sanzioni contestate e le ammende complessive, comprensive delle maxisanzioni per il lavoro nero, ammontano a 44mila 150 euro e recuperi di contributi Inps per 110mila 637 euro.

Nel corso delle verifiche i militari e gli ispettori civili hanno sottoposto a controlli un panificio, in cui hanno verificato la presenza di due lavoratori in nero su tre presenti, sanzionando il titolare con la sospensione dell’attività imprenditoriale; un’azienda di commercio oro, in cui hanno scoperto la presenza di un lavoratore in nero, unico presente, contestando l’omissione della lettera d’assunzione e  sanzioni amministrative per 12mila euro, recuperando anche contributi per 37mila 038 euro; una rosticceria, in cui hanno recuperato contributi Inps pari a 73mila 599 euro non versati ai dipendenti; un negozio di frutta e verdura, in cui hanno riscontrato la presenza di un lavoratore in nero su due presenti comminando la sospensione dell’attività imprenditoriale; un’autocarrozzeria, in cui è stato trovato un lavoratore in nero e una ditta edile in cui i militari e gli ispettori civili hanno verificato la presenza di due lavoratori in nero su tre presenti, applicando la sospensione dell’attività imprenditoriale. Il datore di lavoro è stato anche deferito per la mancata visita medica dei due lavoratori. I controlli proseguiranno nei prossimi giorni con la massima variazione di obiettivi ed orari.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.