Giovedì 19 Settembre 2019
L'imprenditore è ritenuto elemento-chiave tra la mafia catanese e barcellonese


Letojanni. Nuovo sequestro per Bucceri, legato al clan Santapaola

di Redazione | 12/10/2015 | CRONACA

2342 Lettori unici

Il sequestro della Sud Service di Letojanni

La sezione operativa della Direzione investigativa antimafia di Messina, coordinata dal centro operativo Dia di Catania e dalla locale Procura distrettuale, ha eseguito stamane un sequestro di beni immobili nei confronti dell'imprenditore di Letojanni Concetto Bucceri, detto Cricchiolo,  detenuto per concorso esterno in associazione mafiosa e ritenuto vicino al clan mafioso Picanello, collegato alla 'famiglia' Santapaola. Il valore dei beni sequestrati è 800mila euro. Nel luglio scorso a Bucceri erano già stati sequestrati beni per 3,5 milioni di euro (leggi qui). Nello specifico, gli elementi info-investigativi acquisiti hanno evidenziato che Bucceri, attraverso la schermatura di contesti societari allo stesso riconducibili, era riuscito ad ottenere la disponibilità di beni immobili, alcuni dei quali formalmente intestati a soggetti terzi. L’inchiesta, coordinata dal Procuratore Capo Guido Lo Forte e dai Sostituti Vito Di Giorgio e Angelo Cavallo, aveva fatto emergere la figura di Bucceri quale elemento di connessione tra le cosche di Catania e Barcellona Pozzo di Gotto, come confermato dai collaboratori di giustizia Carmelo Bisognano e Alfio Giuseppe Castro. Dalle indagini, emerse come Bucceri gestisse di fatto l’impresa Sud Service di Letojanni ,operante nel campo delle commesse pubbliche, finita sotto chiave proprio lo scorso luglio. 

Più informazioni: concetto bucceri  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.