Domenica 15 Dicembre 2019
Movimentato intervento dei militari negli alloggi popolari. Sul posto anche il 118


Litiga con i vicini e si scaglia sui carabinieri: arrestato un 59enne di S. Teresa

di Andrea Rifatto | 20/06/2019 | CRONACA

2865 Lettori unici

Una pattuglia dei carabinieri davanti lo stabile

Una lite con il vicino di casa con cui da tempo non corre buon sangue, sfociata poco dopo in un’aggressione ai carabinieri, è costata l’arresto a un uomo di S. Teresa di Riva, già noto alle Forze dell’ordine. Carmelo Curcuruto, 59 anni, è finito in manette con l’accusa di violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e dopo la convalida dell’arresto disposta dal Gip si trova ristretto ai domiciliari nella propria abitazione.  I militari della Stazione di S. Teresa sono intervenuti alle 12 di ieri nelle case popolari di via Delle Colline, dove Curcuruto risiede, in seguito alla chiamata giunta da un vicino di casa che segnalava un’aggressione in atto ai suoi danni da parte del 59enne, scaturita sembrerebbe perché poco prima c’erano stati degli screzi tra i due nel cortile condominiale. Una volta sul posto i carabinieri sono riusciti a riportare la calma e hanno fatto giungere l’ambulanza del 118 per far prestare soccorso a Curcuruto, in condizioni instabili dovute all’abuso di alcool. L’uomo ha rifiutato però il ricovero in ospedale suggerito dal personale sanitario e una volta rientrato nello stabile si è scagliato contro un’anziana residente nello stesso immobile, avvicinatasi dopo aver sentito il trambusto.

A quel punto i militari, che stavano per andare via, sono tornati indietro intervenendo in difesa della donna per evitarle conseguenze peggiori ma per tutta risposta Carmelo Curcuruto ha iniziato a inveire nei loro confronti finendo per scagliarsi addosso. Dopo attimi concitati i due carabinieri sono riusciti a bloccare e arrestare il 59enne, conducendolo poi in caserma. Successivamente due di loro si sono rivolti al Presidio territoriale di emergenza di piazza Municipio per farsi medicare le ferite riportate e refertare dal medico di turno, che ha prescritto a entrambi tre giorni di prognosi. Dopo l’arresto Carmelo Curcuruto è stato condotto su disposizione del magistrato nella camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Giardini Naxos, dove ha trascorso la notte in attesa dell’udienza di direttissima. Questa mattina il santateresino è comparso in Tribunale e il giudice ha convalidato l’arresto disponendo per lui i domiciliari e accogliendo la richiesta di termini a difesa ha fissato l’udienza per l’1 luglio. Non è la prima volta che nello stabile accadono episodi analoghi e già nei giorni scorsi era intervenuta la Polizia municipale per sedare le liti tra i due vicini di casa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.