Sabato 19 Ottobre 2019
Segnalati da un bagnante. La zona è stata circoscritta dalla Capitaneria di Porto


Messina. Trovati 23 presunti ordigni bellici a Galati Marina

05/08/2015 | CRONACA

1895 Lettori unici

La Capitaneria di Porto di Messina ha ricevuto oggi una segnalazione da un bagnante in merito alla presenza di 23 presunti ordigni bellici nel tratto di mare antistante la località Galati Marina, a circa 50 metri a nord del campo sportivo. L’Autorità marittima dello Stretto, in attesa di ulteriori approfondimenti, ha emesso un’ordinanza di sicurezza con la quale vieta a qualsiasi titolo il transito di unità navali e la balneazione nel raggio di 200 m dalla zona. Del presunto rinvenimento è stata informata anche la Prefettura di Messina, che provvederà a coordinare le necessarie attività di bonifica che verranno effettuate nei prossimi giorni ad opera degli artificieri. Non sarebbe il primo caso di rinvenimento di residuati bellici, risalenti alla Seconda Guerra mondiale, nelle acque del litorale peloritano. Nel febbraio scorso un pescatore segnalò la presenza di un oggetto sospetto alla foce del torrente Sant'Anna ma le successivi indagini rivelarono come non si trattasse di ordigno ma di un manufatto contenente materiale inerte, presumibilmente una base di cemento utilizzata per fissare le boe.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.