Martedì 23 Luglio 2019
Il piccolo, 4 anni, è deceduto al Policlinico dove era giunto in codice rosso


Misteriosa morte di un bimbo di Forza d’Agrò, si indaga sulle cause

di Andrea Rifatto | 16/04/2019 | CRONACA

3580 Lettori unici

Il decesso è avvenuto in Terapia intensiva neonatale

È mistero sulla morte di un bambino di quattro anni di Forza d’Agrò, venuto a mancare nella notte tra venerdì e sabato al Policlinico universitario “Gaetano Martino” di Messina. Il piccolo, Nicolò Savoca, è stato soccorso venerdì sera dall’ambulanza del 118 su richiesta della madre, allarmata per le condizioni in cui si trovava il figlio, e subito trasportato al pronto soccorso pediatrico del Policlinico, dove è giunto alle 19.10 in codice rosso con una prima diagnosi di addome acuto. I medici lo hanno immediatamente condotto in sala operatoria in regime di emergenza viste le gravissime condizioni in cui si trovava e una volta intervenuti hanno scoperto una macroscopica lacerazione interna allo stomaco. Subito dopo il piccolo è stato trasferito nel reparto di Terapia intensiva neonatale, dove però il suo cuore ha smesso di battere all’1.33 di sabato a seguito di un rapidissimo peggioramento del quadro clinico. I medici del reparto hanno relazionato sull'accaduto alla direzione sanitaria del Policlinico, che ha richiesto il riscontro diagnostico per capire cosa abbia provocato il decesso, operazione anatomo-patologica che di fatto costituisce una vera e propria autopsia, ma non di tipo giudiziario, che consente comunque di scoprire la causa della morte per la verifica anatomica della diagnosi clinica. Ad eseguirla sarà nei prossimi giorni un anatomo-patologo, che dovrà poi trarre le conclusioni e arrivare ad un risultato che può essere l’individuazione delle cause del decesso, a seguito della quale viene redatta un’apposita relazione per il direttore sanitario che è tenuto a informare il primario oppure, qualora vi siano segni certi o sospetti di un reato perseguibile d’ufficio, il medico deve sospendere le operazioni e darne immediata comunicazione all’autorità giudiziaria.

Una morte al momento inspiegabile e misteriosa, che ha lasciato sgomenta la comunità di Forza d’Agrò e anche quella di Sant’Alessio, dove vivono alcuni familiari del bambino e attorno a cui si sono stretti familiari, amici e conoscenti. I medici dicono di non aver mai assistito a un caso del genere e parlano di uno stomaco letteralmente squarciato, dove però non erano presenti né corpi estranei né ferite sospette o comunque tali da consentire di comprendere cosa abbia provocato il decesso. Si ipotizza che la vittima possa aver ingerito qualcosa di fatale ma è ancora presto per dirlo. Il Policlinico di Messina ha disposto anche l’esecuzione degli esami tossicologici sulla salma, custodita nella camera mortuaria dell'ospedale, che solo dopo verrà restituita ai familiari per i funerali. Al momento non risultano interessate né le forze dell’ordine né l’autorità giudiziaria e non è stata aperta alcuna indagine interna al nosocomio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.