Sabato 24 Agosto 2019
La struttura aveva già subito atti intimidatori. Proseguono le indagini dei carabinieri


Furci Siculo. Testa di capra mozzata lasciata in un chiosco

01/06/2015 | CRONACA

2666 Lettori unici | Commenti 1

I carabinieri stanno cercando di identificare l'autore del gesto (nella foto)

Sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri della Compagnia di Taormina in seguito ad una serie di atti intimidatori compiuti da sconosciuti ai danni di un chioschetto-bar sito sul lungomare di Furci Siculo. Il locale aveva già subito in precedenza un tentativo di incendio mal riuscito, quando un ignoto malvivente aveva tentato di dare fuoco alla struttura utilizzando uno pneumatico: in quell’occasione l’intervento dei passanti aveva evitato il peggio. Lo stesso esercizio pubblico è stato oggetto di intimidazioni nella tarda serata del 13 aprile scorso, quando un uomo ha depositato una busta di plastica contenente lo scheletro di una testa di capra sul bancone utilizzato per la distribuzione delle bevande. Il chiosco era chiuso ma l’azione è stata ripresa da alcune telecamere. Ancora ignote le ragioni del gesto. I carabinieri, per un contributo nell’identificazione dell’autore del grave atto intimidatorio, hanno diffuso le foto di un uomo con occhiali che si avvicina con fare sospetto e deposita la busta per poi allontanarsi. I militari delle Compagnie di Taormina e Messina Sud invitano chiunque avesse informazioni utili all’identificazione dell’uomo a contattare i carabinieri.


Il volto dell'autore e i fotogrammi delle telecamere del chiosco


COMMENTI

carmelo garufu | il 01/06/2015 alle 22:14:02

LASCIATECI IN PACE

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.