Domenica 25 Agosto 2019
Una coppia di liguri ha agito prima di essere bloccata dai carabinieri


Rubano in quattro negozi di Taormina, arrestati due anziani coniugi in trasferta

di Andrea Rifatto | 25/06/2019 | CRONACA

952 Lettori unici

Carabinieri sul corso di Taormina

Avevano rubato merce da quattro negozi di Taormina fin quando sono stati bloccati dai carabinieri e arrestati. A finire in manette per il reato di furto aggravato continuato due coniugi liguri, Alberto Venturini, 73 anni e Lina Baldanza, 68, residenti a Lerici, in provincia di La Spezia, beccati in flagranza venerdì sera dai militari del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Taormina. I carabinieri sono intervenuti a seguito della chiamata giunta da un negoziante del centro storico, che accortosi di un furto nel suo esercizio, attraverso l’impianto di videosorveglianza ha riconosciuto in una donna l’autrice del furto che, poco dopo, ha rintracciato sul corso Umberto di Taormina. Alla richiesta della restituzione di quanto rubato, la donna ha risposto di non esserne più in possesso dichiarando di aver consegnato tutto al marito e allo stesso tempo ha avvertito telefonicamente il coniuge che poco dopo l’ha raggiunta sul posto a bordo della propria autovettura.

I carabinieri, dopo aver identificato i due coniugi, hanno proceduto con la perquisizione trovandoli in possesso nella loro auto di borse, cinture, maschere in terracotta, un telo da mare, due paia di scarpe, bracciali in cuoio e vari oggetti, per un valore di circa 1.500 euro, tutto provento dei furti commessi dall’anziana coppia in trasferta in quattro attività commerciali del centro storico di Taormina. La refurtiva è stata quindi restituita ai proprietari dei negozi e i coniugi sono stati arrestati. All’udienza direttissima al Tribunale di Messina il giudice ha convalidato gli arresti e ha disposto per Alberto Venturini e Lina Baldanza la misura degli arresti domiciliari nel proprio comune di residenza, in attesa del processo fissato per il 15 luglio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.