Martedì 22 Ottobre 2019
Intercettati dalla Polizia dopo il furto. Il giudice ha disposto l'obbligo di firma


Rubano una motoape a Messina, arrestati due uomini di Fiumedinisi

21/10/2016 | CRONACA

3329 Lettori unici

Gli attrezzi usati per il furto. Nei riquadri De Francesco e Caponiti

Avevano rubato poco prima una motoape parcheggiata lungo via Comunale a Santo Stefano Medio, frazione di Messina, ma sono stati intercettati e arrestati dalla Polizia di Stato. A finire in manette due uomini di Fiumedinisi, Giuseppe De Francesco, 37 anni e Giovanni Caponiti, 40 anni, già noti alle forze di polizia, arrestati in flagranza per il reato di furto aggravato. Intorno alle due di notte hanno fatto saltare la serratura dello sportello sinistro e forzato il bussolotto di accensione del mezzo con una vite. Poi, a fari spenti, si sono allontanati, il primo a bordo dell’Ape rubata, il secondo alla guida dell’auto con cui avevano raggiunto il luogo del furto. Sono stati però bloccati a pochi chilometri dagli agenti delle Volanti impegnati nel controllo del territorio e allertati dalla Sala operativa, a cui era arrivata poco prima la segnalazione di un cittadino. Uno dei due aveva ancora addosso il coltello e la tenaglia utilizzati per forzare la motoape. L’altro, un ulteriore coltello di genere vietato e una valigetta con attrezzi da scasso di vario genere. Infine, nel portabagagli dell’auto, i poliziotti hanno trovato un martello e un seghetto. Auto e attrezzi sono stati sequestrati, mentre l'Ape è stata riconsegnata al legittimo proprietario. I due, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della caserma Calipari e il giorno successivo sono stati giudicati con rito direttissimo. Il giudice, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di firma presso la polizia giudiziaria, in attesa del processo.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.