Sabato 24 Agosto 2019
Perseguitava da mesi l'ex compagna, che si è vista costretta a rivolgersi alla Polizia


S. Teresa di Riva. Giovane arrestato per stalking e lesioni

12/02/2015 | CRONACA

2892 Lettori unici

Un trentunenne di Santa Teresa di Riva, di cui non sono state rese note le generalità, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Polizia di Taormina con l’accusa di lesioni aggravate e atti persecutori nei confronti dell’ex fidanzata 26enne. I due avevano iniziato la convivenza nel 2010, fin quando nel 2013 la donna aveva preferito troncare la relazione, visti i sempre più frequenti atteggiamenti vessatori fisici e psicologici da parte del compagno. L’uomo non si era però rassegnato, continuando a tormentarla e a pedinarla in qualsiasi luogo, intorducendosi anche nell’abitazione dove avevano convissuto e di cui conservava ancora copia delle chiavi. La donna si era vista costretta a cambiare domicilio, cercando di rendersi irreperibile: tutto inutile. Lo stalker l’ha più volte aggredita, percossa e ferita, persino inseguita e bloccata a bordo della sua autovettura. Chiunque cercasse di farlo ragionare, comprese le amiche dell’ex fidanzata, veniva minacciato. A quel punto la giovane, disperata, ha chiesto aiuto alla Polizia di Stato. Immediatamente è scattato, nel settembre scorso, un primo ammonimento da parte del Questore di Messina. Le successive indagini del commissariato taorminese sono state risolutive e determinanti per il riscontro delle denunce della donna e per evidenziare gli inconfutabili elementi probatori alla base della misura cautelare emessa oggi dal Gip presso il Tribunale di Messina, Maria Vermiglio, che ha disposto per il santateresino la misura degli arresti domiciliari.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.