Sabato 14 Dicembre 2019
L'autista di un autocompattatore dell'Ato Me4 è stato rintracciato dai carabinieri


S. Teresa, investe un cane, lo uccide e scappa: denunciato un 45enne

di Andrea Rifatto | 29/11/2019 | CRONACA

2894 Lettori unici | Commenti 2

La zona dell'incidente e il cane travolto dal mezzo

Ha investito un cane mentre era al volante del proprio mezzo sul lungomare di Santa Teresa di Riva, uccidendolo e fuggendo via senza sincerarsi delle condizioni della bestiola, che purtroppo non ha avuto scampo. Autore del crudele gesto l’autista di un autocompattatore dell’Ato Me4 rifiuti (società che non effettua il servizio a Santa Teresa), un 45enne di Messina, che è stato rintracciato dai carabinieri della locale Stazione e convocato in caserma, dove è stato denunciato a piede libero all’autorità giudiziaria per l’uccisione dell’animale, reato punito dal Codice penale. A sporgere denuncia è stato il proprietario del cane, Vincenzo Di Bella, giovane di Furci Siculo, da poco trasferitosi in un’abitazione del quartiere Portosalvo di Santa Teresa da dove martedì mattina il suo bassotto, di nome Moko, è fuggito raggiungendo il lungomare all’altezza dell’incrocio di via Torrente Portosalvo. La bestiola, disorientata e impaurita, ha attraversato più volte la strada e mentre si trovava al centro della carreggiata è sopraggiunto con direzione Sant’Alessio Siculo il camion dei rifiuti, che ha inizialmente rallentato con il bassotto che proseguiva davanti a lui ma poi ha iniziato a suonare il clacson, forse per tentare di farlo spostare, fin quando ha improvvisamente accelerato schiacciando il cane e allontanandosi. Alla scena hanno assistito diversi automobilisti e passanti, che hanno tentato di far fermare il conducente del mezzo pesante, ma invano. Di Bella, straziato dal dolore per la perdita del fedele cagnolino, deceduto sul colpo, si è quindi rivolto ai carabinieri e grazie alle testimonianze è stato possibile risalire al pirata della strada. “Non capisco perché tanta crudeltà – commenta il proprietario – andrò fino in fondo e attendo che venga fatta giustizia”.


COMMENTI

Giuseppe Vetrano | il 29/11/2019 alle 19:01:20

L'atroce vicenda accaduta al povero cane bassotto, indigna la comunità, meno toccati interiormente sono , invero, tutti quegli individui insensibili e tarati moralmente. I quali , forti del becero odio interiore che gli cova dentro nei confronti degli animali domestici ed anche no, avendone l'occasione, non esitano a far del male e uccidere gratuitamente queste bestiole indifese, provocando anche immenso dolore ai familiari proprietari. Premesso ciò, ed avendo anche noi famiglia subito,nostro malgrado, un evento molto simile e prontamente denunciato ai carabinieri, vi comunico che dopo un anno dalla stessa, non abbiamo avuto alcuna comunicazione dell'autorità informata dettagliatamente sull'autore del l'atroce gesto. Spero sinceramente che questa famiglia non debba subire la stessa sorte, cioè, l'indifferenza da noi subita da parte di un ente pubblico che al contrario avrebbe dovuto perseguire o quantomeno indagare l'artefice.

GIUSEPPE CONSONNI | il 01/12/2019 alle 17:30:26

oggi festeggio la nascita di una cucciolata!!!!Ho 18 cani,volevo dire 18 AMICI,sinceri fedeli appassionati,Sig. VINCENZO le sono vicino nel dolore,il bassotto e' un cane dolcissimo e sensibile.Con affetto giuseppe consonni

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.