Sabato 21 Settembre 2019
Sigilli della Guardia costiera in una zona del lungomare occupata da un locale


S. Teresa, sottoposta a sequestro un'area demaniale: denunciata una persona

di Andrea Rifatto | 03/09/2019 | CRONACA

5714 Lettori unici | Commenti 1

L'area sequestrata dalla Guardia costiera

È finita sotto sequestro un’area demaniale sul lungomare di S. Teresa di Riva. I sigilli sono scattati in via Giovanni Falcone davanti al bar-trattoria-pizzeria Ferrara, nel quartiere Barracca all’angolo con via Duca di Gualtieri, dove nei giorni scorsi è intervenuta la Guardia costiera di Messina. Il personale della Sezione di Polizia marittima e Difesa costiera ha posto sotto sequestro giudiziario preventivo, su disposizione del giudice per le indagini preliminari della Procura peloritana dopo la richiesta del pubblico ministero, una superficie di circa 40 metri quadri che da qualche mese era stata adibita alla posa di tavolini e sedie per gli avventori. L’area è stata adesso sgomberata e transennata con nastro segnaletico. I militari della Guardia costiera hanno contestato la violazione dell’art. 1161 del Codice della Navigazione, ossia l’occupazione abusiva di spazio demaniale e l’inosservanza dei limiti alla proprietà privata, che punisce chiunque arbitrariamente occupa uno spazio del demanio marittimo, ne impedisce l’uso pubblico o vi fa innovazioni non autorizzate. Nel caso in esame la titolare dell’attività aveva nei mesi scorsi effettuato dei lavori posando della ghiaia e del prato nell’area in questione, oltre ad un ombrellone, delle anfore e dei mattoni in pietra per abbellimento. Occupazioni e innovazioni che per la Guardia costiera sono state effettuate abusivamente. Per la titolare del bar-pizzeria Ferrara è scattata dunque la denuncia penale dinanzi all’autorità giudiziaria.


COMMENTI

ANTONINO CATANIA | il 04/09/2019 alle 12:33:25

OGNI TANTO LA LEGGE FA QUALCOSA DI BUONO

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.