Martedì 15 Ottobre 2019
L'esemplare del più grande tra i pesci ossei era ormai privo di vita


Sant’Alessio, trovato in spiaggia un pesce luna da 60 kg

di Redazione | 05/07/2016 | CRONACA

3512 Lettori unici

La carcassa del pesce luna

Insolito ritrovamento nei giorni scorsi sulla spiaggia di Sant’Alessio Siculo. Nella zona nord della cittadina jonica è stato infatti rinvenuto il cadavere di un esemplare di pesce luna (mola mola) del peso di 60 kg, spiaggiato sulla costa alessese dopo essere stato trasportato dalle correnti. Dopo la scoperta sono giunti sul luogo del ritrovamento gli agenti del Corpo di Polizia municipale, al comando del capitano Onofrio Moschella e i carabinieri della locale stazione, guidati dal luogotenente Vito Calì, che hanno provveduto a portare l'esemplare fuori dall'acqua per poi avvisare l’Azienda sanitaria provinciale. Il veterinario dirigente del Distretto di Taormina, Salvatore Valerioti, una volta giunto nella cittadina del Capo ha proceduto ad accertare la morte del pesce, sopraggiunta presumibilmente da circa 48 ore a causa di un'azione traumatica e di un forte stress, disponendo il sequestro della carcassa e la sua successiva distruzione, assegnata ad una ditta specializzata di Messina. Il sindaco Rosa Anna Fichera ha parallelamente emanato un’ordinanza con la quale ha convalidato il verbale di accertamento, sequestro e assegnazione alla distruzione dell’esemplare di mola mola, stabilendo che le somme necessarie alle operazioni verranno liquidate alla ditta dopo la presentazione di regolare fattura vistata dal Corpo di Polizia municipale.

Il pesce luna, detto anche mola mola, è il più grande tra i pesci ossei (gli squali, invece, sono pesci cartilaginei): gli esemplari più grandi possono raggiungere un'altezza di 4,2 metri, 3 metri di lunghezza e oltre 2mila chilogrammi di peso. Vive in mare aperto, ma è localizzato prevalentemente lungo le acque costiere, in acque tropicali, temperate e fredde e durante le giornate di sole tende a salire alla superficie dell'acqua e spesso viene confuso con uno squalo, dato che se ne vede soltanto una pinna. Si tratta di un pesce molto longevo: si ritiene infatti che possa superare ampiamente i cento anni di età.

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.